Macerata, insulti e botte ai poliziotti: arrestato uno dei nigeriani feriti da Traini

martedì 18 settembre 10:17 - di Leo Malaspina

Lo aveva detto, Luca Traini: «Mi pento di aver sparato alle donne ma quel posto era pieno di spacciatori». In effetti, a qualche mese di distanza da quel blitz xenofobo realizzato da Traini per “vendicare” lo stupro e l’uccisione di Pamela Mastropietro da parte di un gruppo di nigeriani, uno degli immigrati che era andato in televisione a denunciare la violenza razzista è stato arrestato dalla polizia. Il nigeriano Gideon Azeke ha reagito in modo violento a un controllo, botte e insulti ai poliziotti, poi ha ingoiato un involucro probabilmente contenente droga, come riferiscono i giornali locali. Azeke al momento è accusato al momento di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, non di spaccio. Alla questura di Macerata risultava già più volte segnalato, con precedenti proprio per spaccio. Un altro africano, un 40enne del Gambia, è stato invece fermato mentre si aggirava in zona Pace: anche lui ha dato in escandesi è ribellato al controllo. Dopo averlo immobilizzato, gli agenti gli hanno trovato addosso dosi di eroina. Anche lui è stato arrestato per spaccio e per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino1° 19 settembre 2018

    Forze dell’Ordine di assoluta eccellenza, ovunque ! Complimenti e sostegno, sempre e comunque, a prescindere. Ho visto dal vivo un’arresto di quella tipologia, violenza da paura e poliziotti che cercavano di fermarlo (per ammanettarlo) nella maniera più umana possibile e per questo ne hanno prese. Ingiusto, assolutamente ingiusto obbligarli a operare così, potevano essere i miei figli, ho dovuto restare fermo ma la voglia era altra! Il Taser dovrebbe essere una dotazione standard. A chiunque esca in servizio, sia in divisa che in borghese ! I prefetti non comunisti – qualcuno, c’è..- consiglino le amministrazioni a dotarne anche la Municipale. Per la municipale, se adeguatamente responsabilizzata, sarebbe un fattore di forte crescita mentale nelle difficoltà in cui anche loro versano!
    Colgo l’occasione….. in Italia abbiamo (fortunatamente tante) aziende in grado di mettere su una linea di produzione del Taser in brevissimo tempo!!!! Non vedo perché lo si debba comprare all’estero !!! Meditare!

  • 18 settembre 2018

    Io spero che si rompa nel suo stomaco!!!

  • Roberto 18 settembre 2018

    Adesso aspettiamo che vada a defecare. Se ha i.ngoiato un ovulo, prima o poi dovrà espellerlo e poi vedremo cosa ha ingoiato

  • In evidenza

    contatore di accessi