Lui l’aveva rapita quando aveva 11 anni, ma vivevano come padre e figlia

giovedì 27 settembre 18:17 - di Redazione

Vivevano come padre e figlia, ma non lo erano. Una storia che ha dell’incredibile quella di Bernhard Manfred Haase e Maria Henselmann che non erano parenti, ma vivevano come se lo fossero, in Sicilia, a Licata. Lui, quarant’anni più grande di lei, l’aveva rapita quando la ragazzina aveva solo 13 anni, adescandola su internet. Dopodichè l’aveva costretta a seguirlo dalla Germania alla Sicilia dove vivevano di espedienti. A Licata tutti li credevano padre e figlia e li aiutavano pure perchè era chiaro che fossero in condizioni disagiate e che vivessero alla giornata. Per questo in tanti avevano cercato di aiutarli offrendolo un posto dove stare, facendoli sentire integrati. Ma la realtà era assai diversa. Bernhard Manfred Haase e Maria Henselmann non avevano alcun legame di parentela. Erano fuggiti insieme dalla Germania, quando lui aveva 53 anni e lei 13, per finire poi a Licata, in Sicilia, dove sono stati accolti dall’ignara comunità locale. La trasmissione “Chi l’ha visto?” è andata a raccontare la loro storia, venuta a galla solo in parte quando Maria, scomparsa dalla sua casa di Fribugro dal maggio 2013, è ricomparsa misteriosamente qualche settimana fa a Milano, chiedendo alla polizia italiana di essere riportata dalla sua famiglia. Bernhard e Maria si erano conosciuti in una chat, dove lui si era spacciato per un suo coetaneo. Denunciato dalla moglie, che aveva scoperto la storia, Haase riuscì a convicere Maria a scappare via con lui, nonostante la famiglia della ragazza tentò di tutto per evitare i contatti tra i due. L’uomo, su cui gravava un mandato di cattura internazionale per rapimento e violenza sessuale su minore, la porta a Licata. Ai residenti racconta che Maria è sua figlia, hanno dovuto lasciare la Germania per sfuggire alla famiglia di lei. In Sicilia, Haase si arrabattava tra lavoretti occasionali, approfittando della generosità dei licatesi. Non appena compiuti 18 anni, Maria però é fuggita per tornare dalla propria famiglia.Arrivata a Milano, fa sapere ai genitori di essere viva e si va venire a prendere. Una settimana dopo il rientro di Maria in Germania, Haase è stato arrestato. Non si era mai mosso da Licata.

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi