L’Istat vede rosa: in risalita la fiducia di consumatori e imprese

giovedì 27 settembre 12:24 - di Redazione

Le turbolenze intorno alla manovra finanziaria non sembrano scuotere più di tanto i cittadini. Secondo l’Istat, infatti, l’indice del clima di fiducia dei consumatori è passato da 115,3 a 116; non così l’indice composito del clima di fiducia delle imprese che registra, invece, invece un ulteriore, seppur lieve, peggioramento scendendo di due decimali: da 103,9 a 103,7.

Istat: clima positivo nel manifatturiero

A parte questo, tutte le componenti del clima di fiducia dei consumatori sono – a giudizio dell’Istat – in miglioramento: il clima economico e quello futuro, dopo il calo registrato lo scorso mese, aumentano, rispettivamente, da 136,7 a 137,8 e da 119,3 a 120,2, così come il clima corrente, che passa da 112,8 a 114,1; la componente personale sale per il terzo mese consecutivo passando da 108,5 a 109,3. Con riferimento alle imprese, il clima di fiducia registra una dinamica positiva nel settore manifatturiero (da 105,0 a 105,7) e in quello dei servizi (da 104,7 a 105,1); nel commercio al dettaglio l’indice rimane sostanzialmente stabile ( da 104,3 a 104,4) mentre nelle costruzioni diminuisce da 139,3 a 136,9.

Bene anche il commercio al dettaglio

Analizzando nel dettaglio le componenti dei climi di fiducia, l’Istat ha rilevato che nel comparto manifatturiero migliorano i giudizi sugli ordini in presenza di attese sulla produzione stabili rispetto al mese scorso; il saldo delle scorte di magazzino è in aumento. Nel settore delle costruzioni, si registra un deterioramento sia dei giudizi sugli ordini sia delle aspettative sull’occupazione. Per quanto riguarda il settore dei servizi, l’aumento dell’indice di fiducia è dovuto essenzialmente ad un deciso miglioramento dei giudizi sull’andamento degli affari mentre i giudizi e le attese sugli ordini sono in peggioramento. Nel commercio al dettaglio si evidenzia una dinamica positiva delle attese sulle vendite future mentre i relativi giudizi peggiorano rispetto al mese scorso; le scorte di magazzino sono giudicate in lieve accumulo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi