In arrivo un’altra stangata: dal 1° ottobre luce e gas più cari del 7,6%

venerdì 28 settembre 9:38 - di Fortunata Cerri
Nuova stangata in arrivo per le bollette di luce e gas: dal primo ottobre scatteranno aumenti del 7,6% per l’energia elettrica (pari +1,5 centeuro/kWh) e del 6,1% per il gas naturale (pari +4,78 centeuro/Smc) rispetto alle tariffe del terzo trimestre. Per effetto di questi nuovi aumenti la spesa per l’energia per la famiglia tipo nel mercato tutelato, nell’arco di un anno (facendo i conti quindi dal primo ottobre 2018 a fine settembre 2019) aumenterà di circa 42 euro per la luce e 67 per il gas. Complessivamente 109 euro in più. Se invece si considera l’anno scorrevole (1° gennaio 2018 e 31 dicembre 2018) l’aumento rispetto a quanto speso nel 2017 sarà di circa 32 euro in più per l’energia elettrica e di 61 euro per il gas.

Luce e gas: ecco gli aumenti

In entrambi i casi gli aumenti andranno a incidere pesantemente sul bilancio delle famiglie. L’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera), fa sapere di aver fatto tutto il possibile per contenere i nuovi aumenti, rinviando di un ulteriore trimestre il rialzo degli oneri di sistema, ovvero quella parte di bolletta che paghiamo per finanziare le energie rinnovabili e i vari bonus. Come già a luglio scorso, l’Autorità ha attivato lo scudo decidendo di «rinnovare il blocco degli oneri generali di sistema». Grazie alla conferma dello “scudo” deciso da Arera non subiscono variazioni le componenti relative agli oneri di sistema né quelle per il trasporto e la distribuzione.
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sergi 1 ottobre 2018

    Andiamo all’energia rinnovabile sono costi minori e non si inquina.

  • In evidenza

    contatore di accessi