Ecco le tasse nascoste (e assurde) che gravano sulle nostre bollette della luce

mercoledì 12 settembre 12:45 - di Federica Argento

Riceviamo da una lettrice e volentieri rilanciamo una questione sulla quale in realtà molti utenti si scambiano opinioni sui blog, ma sulla quale molti non sono informati. Sulle nostre bollette pesano – e molto- alcune voci che non hanno nulla a che fare con il nostro consumo reale. Si  tratta dei cosiddetti “oneri di sistema”, ossia voci che gravano sul totale della spesa quando andiamo a pagare le nostre  bollette dell’energia elettrica. La nostra lettrice ci racconta di avere inviato all’ Enel di Potenza, dove risiede, una lettera in cui chiedeva lumi sul costo eccessivo, appunto, dei suoi pagamenti. E ci allega anche la lettera di risposta dal Servizio Elettrico nazionale che la informa di cosa si tratta. Si tratta di voci di spesa che non possiamo tagliare, nemmeno volendo risparmiare. Gli oneri di sistema arrivano infatti quasi al 20% delle nostre bollette. In sintesi: il sistema elettrico ha alcuni costi fissi che “dobbiamo” pagare. Non solo di gestione e infrastruttura, ma costi relativi ad attività di interesse generale e che tutti i clienti pagano, come quota fissa. Sono delle tasse nascoste.

Nella fattispecie, quando paghiamo gli oneri di sistema dell’energia elettrica stiamo pagando:

oneri nucleari,

incentivi alle fonti rinnovabili

agevolazioni per il settore ferroviario;

ricerca di sistema;

oneri per il bonus elettrico;

imprese elettriche minori;

promozioni dell’efficienza energetica;

enti locali che ospitano impianti nucleari.

Tasse occulte

La “truffa”, secondo gli utenti risiede nel fatto che nella bolletta della luce non abbiamo il dettaglio delle voci degli oneri di sistema. Questa spesa è infatti considerata una sorta di tassa che dobbiamo pagare, il cui dettaglio è cambiato a partire da gennaio 2018. La lettrice, sconsolata, si pone giustamente il problema della trasparenza: quando, chi dove e come siano stati approvati queste voci in bolletta. Fanno rabbia, in particolare gli oneri nucleari, che in teoria non dovremmo avere, così come, addirittura, gli Enti che ospitano gli impianti nucleari. Dove sono?, Chi ne ha sentore? Fanno ridere le agevolazioni al sistema ferroviario, un sistema praticamente fatto di linee soppresse, di Alta velocità ferma a Salerno e via discorrendo. Non solo, a nostro carico è anche la “promozione”, ossia la pubblicità, cosa che non sapremmo, se non si chiedesse conto nel dettaglio. Molti italiani pagano bollette esose, pur con “consumi zero”, in abitazioni vuote da se anni, racconta la lettrice, che, molto arrabbiata con l’attuale opposizione, ci scrive: «L’opposizione prima di opporsi – conclude – dovrebbe assumersi la responsabilità della connivenza con questo sistema» di tasse nascoste.

Ma il peggio è che nei casi di mancati pagamenti, le bollette morose sono a carico della collettività. “Le bollette elettriche non pagate saranno a carico di tutti i contribuenti”: questo il titolo esplicito del Sole 24 Ore di qualche mee fa, che raccontava  come l’Autorità per l’energia abbia formalizzato con una delibera la decisione di “spalmare” fra tutti i consumatori una parte parafiscale della bolletta elettrica. Non i consumi, ma gli oneri parafiscali di chi evade la bolletta. Immediata la reazione delle associazioni dei consumatori che hanno protestano, ma la situazione per ora è questa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mascaras team 17 settembre 2018

    abbiamo un piccolo centro sportivo. premessa:mai stati morosi. a fine agosto,quando dopo la seconda bolletta troppo alta,rispetto alle precedenti,abbiamo.scelto di ratizzare il bimestre di maggio-giugno( GIA SPEDITO IN NETTO RITARDO ) a 450 euro,lo abbiamo fatto dividere in 3 rate. pochi giorni dopo arriva il bimestre di luglio-agosto a 530. oltre a rendersi conto che qualcuno si allacciava,ci siamo accorti che la bolletta di 450, non ci era mai stata recapitata nei mesi di giugno-luglio.ci siamo dovuti fare caricosia della prima rata della bolletta rateizzata di GIUGNO-LUGLIO, che l intera bolletta di LUGLIO-AGOSTO. nell ordine 135 e 530. come se non bastatte, questa mattina, siamo entrati nel centro,e ci siamo resi conto che la potenza era stata notevolmente limitata. ( SENZA ALCUN PREAVVISO) IN UN LUGO PUBBLICO!!!! abbiamo chiamato, e ci hanno detto che eravamo di v4morosi della bolletta di giugno-luglio 450 euro. oltre alla notivolissima incompetenza nel non accorgersi,che invece una rata era gia stata pagata, ci hanno detto che non era piu possibile rateizzare in quanto era passato troppo tempo.gli abbiamo chiesto come poter fare per saldare tutto in fretta e far ripotenziare la corrente( UN CENTRO SPORTIVO PUBBLICO!!!! ) ci rispondonon di pagare la rimanenza del bollettino di 318 euro e mandarlgliela come fax.cosi da poter immediatamente ripotenziare la corrente. appena saldata l ultima rata, abbiamo richiamato per conferma. oltre all ennesima incompetenza dell adetta in questione,che ci ha tenuto 40 min al telefono, solo per chiedere ad una latra tizia come muoveris ( SI SENTIVA TUTTO ) neanche elle elementari, in piena confusione, non gli risultava l ultimo pagamento.ci abbiamo dovuto pensare noi,ricordandogli il numero del cliente della bolletta ultima. a quel punto, l ha trovata,ma invece di riallacciarla subito,ci ha detto che andava lavorata,e noin avrebbero potenziato prima di 2-3 o 4 ore ??????? SITAMO SEMPRE PARLANDO DI UNA CENTRO PUBBLICO!!!!! abbiamo contattato un amico che fa il tecnico. e ci ha detto che per fare in modo che il potenziamento venga eseguito immediatamente,avremmo dovuto pagare tramite sisal. ???????? l addetta ci ha detto di mandare un fax ( ALTRA ASSOLUTA INCOMPETENZA ) morale della favola, siamo dovuti stare tutto il pomeriggio sul quadro elettrico per non far scattare la corrente,con gli iscritti chesi sono dovuti allenare: 1) SENZA ISTRUTTORI. 2) SENA AREATORI. 3) e senza macchiari aerobici. una vergogna assolouta che denota in maniera esponenziale,una totale incompetenza degli addetti alla telefoneria enel e della enel stessa, come estrema non capacità di aiutare i loro clienti. L AUGURIO CHE GLI FACCIAMO A QUESTE PERSONE,è DI TROVARSI IN SITUAZIONI SPIACEVOLE ALLA STESSA MANIARE UN CUI CI HANNO FATTO STARE, IN CAA CON I LORO FIGLI. SIAMO CONTENTI E CONSIGLIAMO,DI CAMBIARE QUESTO TIPO DI SERVIZIO (ORMAI IN FALLIMENTO) PER FORTUNA, e di fare altro tipo di contratto,sperando che non siano tutti cosi. grazie per l attenzione. a mai piu risentirci!

  • Salvatore 12 settembre 2018

    Mia madre deceduta il 7 maggio, già ricoverata in ospedale di sin dal 19 aprile in casa era rimasto attivo solo il frigorifero mi arriva l’ultima bolletta Enel periodo di fatturazione maggio-giugno Pari ad euro 70,46 di cui energia consumata pari ad euro 3,42… Non so a chi rivolgermi, mi rispondono solo segreterie telefoniche

  • Giuseppe Tolu 12 settembre 2018

    Non sanno più come e da dove rubare. Come se già non bastassero le “normali” tasse

    • Rossella 16 settembre 2018

      L’unica a funzionare ancora è la Raccomandata con R.R. Così facendo si dà avviso e nel giro di 30 giorni, per legge, le aziende devono dare risposta..

    In evidenza

    contatore di accessi