«Dl migranti come le leggi razziali»: “agit-prof” scatenati a Crotone

domenica 30 settembre 18:40 - di Renato Fratello

Dopo la vicenda di una scuola bolognese che in un compito in classe chiedeva “come facciamo a cacciare Salvini”,  scoppia un nuovo caso. In un liceo calabrese agli studenti è stato chiesto di mettere a confronto il decreto Salvini in materia di sicurezza e migranti, con le leggi razziali del 1938. La denuncia è arrivata da Giancarlo Cerrelli, avvocato, segretario della Lega-Salvini Premier di Crotone, che, in un comunicato, ha segnalato l’assegnazione agli studenti del quinto anno del liceo scientifico “Filolao” di Crotone di un tema «ideologicamente orientato che, prendendo a pretesto le leggi razziali del 1938, si è spinto fino a voler creare un presunto e infondato parallelismo con il decreto legge del governo recante: “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione”».

“Dl migranti come le leggi razziali”: ecco la traccia

«La traccia del tema che gli studenti dovranno svolgere a casa – ha proseguito Cerrelli, che ha riferito di avere raccolto le lamentele di alcuni genitori degli studenti – è la seguente: “Il 5 settembre del 1938 in Italia furono promulgate le leggi razziali. Oggi in Italia dopo 80 anni si registra un ritorno al razzismo, è un opinione diffusa che proprio il recente decreto in discussione al Parlamento, che riguarda l’immigrazione, contenga delle istanze razziste. Descrivi le leggi razziali e confronta il testo con il decreto di recente ideazione ed esprimi le tue riflessioni”». Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato la notizia sulla sua pagina Fb: «Se veramente è andata così, credo che l’insegnante in questione dovrebbe scusarsi e cambiare mestiere, magari potrà fare militanza politica a tempo pieno ma fuori dalle aule scolastiche! Voi che ne dite?».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Massimilianodi SaintJust 1 ottobre 2018

    Veramente l’Europa senza figli e cristiana sta già collassando, per cui mi sovviene il testamento politico di Hitler in cui imprecava per la sconfitta islamica a Poitiers contro i franchi germani, dato che il Paradiso islamico somiglia al Walhalla germano sede degli eroi ed è una religione senza tanti dogmi e sottigliezze!

  • Angela 1 ottobre 2018

    Questo prof sarà sicuramente uno di sinistra che approfittando del suo ruolo di insegnante fa politica in classe,cosa che se fosse vera dovrebbe essere subito cacciato dalla scuola… è anche colpa di gente come lui se in Italia e in Europa siamo invasi da musulmani che hanno il solo scopo di far collassare l’Europa e sottomettercii tutti alla loro religione…pochi giorni fa ho avuto modo di vedere un’intervista ad un imam inglese il quale asseriva che “il sogno di ogni musulmano e vedere il mondo islamizzato” e se questo é il loro sogno ,il nostro dovrebbe essere quello di difendere la nostra cultura da questi invasori…

  • Caesar 30 settembre 2018

    E questi sarebbero insegnanti?! Licenziamento immediato!

  • In evidenza

    contatore di accessi