Decreto per Genova senza copertura? Il governo smentisce

martedì 25 settembre 19:41 - di Mariano Folgori

Sul Decreto per Genova alcuni giornali online hanno scatenato un inutile polverone. Le suddette testate hanno affermato nel pomeriggio che la Ragioneria avrebbe bloccato il provvedimento  perché privo di copertura Passa poco tempo è arriva la “categorica” smentita del Mef:  il decreto  è giunto, sì,  alla Ragioneria senza alcuna indicazione degli oneri e delle relative coperture” ma non s’è tratto che di una bozza incompleta perché  i tecnici della Rgs “stanno lavorando attivamente per valutare le quantificazioni dei costi e individuare le possibili coperture da sottoporre alle amministrazioni proponenti”. E “soltanto così – si ricorda – il decreto può essere bollinato e trasmesso al Quirinale per la promulgazione”. Quindi, “la Ragioneria Generale dello Stato – spiegano – non ha bloccato il decreto, ma lo sta sbloccando”.

A stretto giro è arrivata anche una nota della Presidenza del Consiglio dei ministri, nella quale si fa sapere che, le notizie su “presunte carenze di coperture finanziarie che sarebbero all’origine di ritardo nella sua pubblicazione  non corrispondono al vero”.

“Gli interventi in conto capitale sono integralmente finanziati. Parimenti, quelli di parte corrente sono integralmente finanziati per il 2018 e, in parte, per gli anni successivi. Per la parte residua, sarà data copertura nella prossima legge di bilancio, che sarà presentata al Parlamento il 20 ottobre”, si legge ancora nel comunicato. “In definitiva, nessun ritardo per l’avvio delle misure di sostegno contenute nel decreto tant’è – evidenzia la Presidenza del Consiglio – che dal Mef hanno appena confermato di avere terminato le valutazioni di propria competenza e che il decreto legge sta per essere inviato al Quirinale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi