Consumi, il Codacons: «Autunno caldo per rincari di prezzi e tariffe»

domenica 2 settembre 19:53 - di Redazione

Solo pochi giorni fa il vicepremier e ministro Luigi Di Maio ha annunciato un «autunno caldissimo» pensando, forse, ad uno di quei provvedimenti spaventa-mercati che il governo giallo-verde tenuta di appuntarsi come altrettante medaglie sul petto. In realtà, l’autunno sarà “caldo”, ma non tanto sul fronte delle scelte di Palazzo Chigi o su quello delle temperature di stagione quanto su quello, ben più importante per i contribuenti appena tornati dalle meritate vacanze, dei prezzi e delle tariffe. Ad affermarlo, il Codacons che ha elaborato uno studio sulle spese che le famiglie italiane dovranno affrontare nelle prossime settimane, e sul rischio rincari per una serie di prodotti di largo consumo. Settembre si apre con le spese relative alla scuola: le famiglie dovranno infatti provvedere all’acquisto del corredo scolastico per i propri figli, i cui prezzi nel settore registrano un incremento medio del +2 per cento rispetto al 2017, e dei libri di testo, per una spesa media complessiva pari a circa 890 euro a nucleo.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza

contatore di accessi