Cerca le sigarette: trova un branco di immigrati che lo minaccia con le forbici

giovedì 6 settembre 11:24 - di Martino Della Costa

Quando si dice trovarsi nel posto sbagliato, al momento sbagliato… Se poi si aggiunge alla sventurata casistica una dose di ingenuità colpevole, e si declina il tutto ai presidi di migranti violenti che circondano quelli che sono diventati ormai dei luoghi sensibili, particolarmente a rischio, la miscela che si ottiene è a dir poco esplosiva e spiega – anche se non giustifica – quanto accaduto questa notte nei pressi della Stazione Centrale di Milano, registrato da Milano Today e ripreso dal, sito de il Giornale.

Branco di immigrati accerchia e minaccia un italiano, forbici alla mano

Un caso da far west metropolitano che rimarca l’acuirsi della brutalità nelle aggressioni: un fenomeno quasi totalmente appannaggio della criminalità d’importazione selvaggia. E così è potuto succedere che un’esca abbia attirato nella trappola un uomo che, allo scalo ferroviario in attesa di un treno notturno, si sia fatto notare con una banconota da 50 euro in mano, in cerca di un pacchetto di sigarette da acquistare in un tabacchi o di un distributore automatico. È a quel punto che un immigrato si è fatto avanti rassicurando il fumatore italiano della presenza di un amico che avrebbe potuto vendergli l’agognato pacchetto di bionde. Detto, fatto: caduto nella trappola, il fumatore di casa di nostra si è ritrovato in men che non si dica accerchiato da un branco di immigrato che, dopo averlo circondato impendendone la fuga, lo ha minacciato con le forbici. Qualche interminabile minuto di paura, poi uno del gruppo ha strappato la banconote ancora in mano alla vittima, e il cerchio criminale si è sciolto e dileguato in un istante. La polizia milanese ha individuato e rintracciato al momento un gambiano 20enne: il resto del branco è ancora fuga.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Andrea 6 settembre 2018

    Queste cose succedono da anni !!. Lo metteranno fuoi in mezza giornata e minaccerà altra gente, ma forse un piccolissimo passo avanti lo abbiamo fatto. 3 anni fà in regime PD avrebbero arrestato la ragazza per calunnia razzista con l’obbligo di risarcire l’africanoide.

  • sergio 6 settembre 2018

    sono stufo di questa gentaglia,queste cose devono succede al loro paese non a Milano, ma Salvini come ministro dell’interno perché non fa vigilare giorno e notte le nostre città dal dai nostri militari in assetto di guerra?

    • Pino1° 7 settembre 2018

      Sergio svegliatixiiii !

    In evidenza

    contatore di accessi