Bari: scontri al comizio dei “Mai con Salvini”, CasaPound accusa: «Ci hanno aggrediti»

sabato 22 settembre 10:22 - di Monica Pucci

Incidenti si sono verificati ieri sera dopo la manifestazione antirazzista “Mai con Salvini”, organizzata al quartiere Libertà di Bari. Secondo quanto riferito da organizzazioni e movimenti di sinistra che hanno aderito alla manifestazione alcuni militanti sono stati aggrediti deliberatamente nei pressi della sede di CasaPound Italia, in via Eritrea al quartiere Libertà. Due manifestanti sono stati ricoverati in ospedale.

La versione di Casapound Italia Bari è diametralmente opposta e si basa anche sulla pubblicazione di una foto (in alto) che dimostra l’assedio dei militanti di ultrasinistra alla sede del movimento. «A Bari un corteo di “Mai con Salvini”, dopo la fine della manifestazione ha assaltato la nostra sede in via Eritrea – spiega Simone Di Stefano, leader di CasaPound – Fortunatamente sono stati respinti dai nostri militanti, che presidiavano per evitare vandalismi. Dopo le aggressioni recenti a Lega e FDI continua il clima violenza di questi poveri imbecilli dei centri sociali che sognano di appendere a testa in giù tutti quelli che non vogliono più immigrazione», CasaPound Bari spiega che, “dopo le promesse di assalto già preannunciate nel corso della settimana sui vari social network, un gruppo sostenuto di persone che avevano preso parte allo stesso, a corteo terminato da tempo ha aggirato i controlli delle forze dell’ordine sbucando nella via dove è ubicata la sede di CasaPound Italia Bari, con il chiaro intento di assaltare la sede ed i suoi militanti”, non come raccontato in queste ore da altre fonti d’informazione. «Come mostrano chiaramente le foto che abbiamo diffuso, il corteo era finito da tempo in un’altra zona della città ma gli antifascisti invece di disperdersi hanno cercato di arrivare in via Eritrea, dov’è la nostra sede, per assaltarla. Non stupisce che in mezzo a loro ci fosse l’europarlamentare Eleonora Forenza, da sempre vicina ai centri sociali. Quello di cui possono accusarci – conclude CasaPound- è solo di aver difeso il nostro diritto a esistere di fronte a chi ci vorrebbe cancellare dalla faccia della terra’».


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Andrea 22 settembre 2018

    Komunisti,Fascisti mascherati che fanno arrossire i Fascisti veri e gli antifascisti che combattono contro fantasmi e dittature fortunatamente immaginarie.Questa lurida gentaglia senza ideali e valori non merita nemmeno di essere menzionata,le loro bravate e prepotenze vanno condannate senza se e senza ma quando coinvolgono persone innocenti che per caso si trovano nel posto sbagliato al momento sbagliato.Ma per favore quando questi schizzati paranoici,escrementi e putridume di una società che prontamente ha il dovere di respingere al mittente violenza e sopraffazione,si affrontano tra di loro perché mettere a repentaglio i nostri ragazzi delle Forze dell’ordine che hanno già molto lavoro da svolgere.Lasciamo che si massacrino tra di loro perché il giorno dopo ci sarà qualche delinquente in meno. (Komunisti,Fascisti ,Antifa non ha importanza ,tanto sono tutti uguali. criminali puri che vorrebbero imporre alla collettività le loro teorie e ideologie sballate e liberticide )

  • In evidenza

    contatore di accessi