Allarme zanzare a Roma. Alemanno: «Raggi ha saltato la disinfestazione»

venerdì 7 settembre 15:57 - di Redazione

A Roma cittadini e turisti presi d’assalto dalle zanzare. Non è una bizzarria della natura, ma l’effetto dell’ennesimo disservizio amministrativo. Nella Capitale, infatti, è saltata la disinfestazione e i fastidiosi insetti hanno avuto campo libero.

A denunciare che più dei cambiamenti climatici ha potuto il cambiamento di amministrazione è stato l’ex sindaco Gianni Alemanno, sottolineando che, come ogni turista o romano può constatare, «mai come quest’anno tutta Roma è invasa dalle zanzare» e che «non è casuale, né è un problema che può essere scaricato sulle gestioni comunali del passato. Per il semplice fatto – ha chiarito – che quest’anno, forse per la prima volta nella storia recente, il Comune di Roma non è riuscito a far partire la disinfestazione contro le larve nelle aree pubbliche».

«Il consueto affidamento del servizio ad Ama non è stato fatto e non perché mancassero le risorse (bastano alcune centinaia di migliaia di euro), ma semplicemente per disattenzione e incapacità amministrativa», ha commentato ancora Alemanno, ricordando che «a Roma ci sono 11 cimiteri che, insieme alla rete idrica e alle zone verdi non sfalciate, sono delle micidiali aree di incubazione delle larve che, diventate zanzare, si spargono per tutta la città». «Questo – ha spiegato ancora l’ex primo cittadino – rende inutile la disinfestazione delle aree private, in cui il servizio è affidato ai singoli proprietari e condomini. E non bisogna pensare che sia finita per il cambio stagione: i recenti temporali, insieme ad un autunno in cui le temperature torneranno ad innalzarsi, ci fanno temere perfino un peggioramento della situazione».
«Per questo motivo chiediamo all’amministrazione capitolina di correre immediatamente ai ripari, dando subito l’affidamento ad Ama per procedere con una disinfestazione massiccia e sistematica adesso e poi successivamente prima della prossima estate. L’emergenza – ha concluso Alemanno – non va sottovalutata perché può creare disagi gravi a tutta la cittadinanza, anche per la possibilità di un ritorno massiccio delle temibili zanzare tigre».
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Laura Prosperini 7 settembre 2018

    Alemanno ha le idee molto più chiare della Raggi
    anche lui vittima di un giustizionalismo sinistrorso
    peccato solo che non abbia sgombrato i campi rom
    a quest’ora sarebbe stato ancora lui il Sindaco della nostra amata Roma

  • In evidenza

    contatore di accessi