«Sulla spiaggia non si gioca a pallone»: bagnino aggredito a Nettuno

venerdì 24 Agosto 14:20 - di

«Non si può giocare a palla in spiaggia». E il bagnino viene aggredito con calci e pugni. Tensioni sulla spiaggia di Nettuno, frequentata in questo periodo da molti romani. Protagonista dell’episodio avvenuto alla spiaggia “I 7 Fiori Blu”, nel quartiere Cretarossa, un gruppo di giovani. Un bagnino 18 anni è stato picchiato per aver invitato a non giocare a calcio in spiaggia. I giovani molesti, tra i 20 e i 25 anni, in barba ai divieti avevano continuato a giocare e all’invito di smetterla è successo il caos.

Come ricostruisce il Messaggero, il bagnino è stato  circondato dal grupetto  e uno di loro all’improvviso gli ha rifilato un pugno in faccia. Poi approfittando  dell’effetto sorpresa, i teppisti sono fuggiti. Quanto accaduto è stato denunciato ai carabinieri di Nettuno e agli addetti della Capitaneria di porto  di Anzio che si trovavano sulla spiaggia per controlli. . «Quei ragazzi – racconta uno dei bagnanti che ha assistito alla scena – giocando a calcio infastidivano gli altri bagnanti: Eppure su  questa spiaggia ci sono molti cartelli che indicano tutti i divieti possibili, compreso il gioco del calcio e non si trattava di ragazzini, ma di persone sui 20, 25 anni».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )