Musulmana rifiuta di dare la mano a un uomo: il giudice le dà ragione

venerdì 17 Agosto 8:51 - di

Era stato considerato un atto di scortesia. Ma per il tribunale si è trattato di un gesto di stretta osservanza religiosa. La sentenza è destinata a far discutere: una giovane svedese di religione musulmana si è vista riconoscere da un giudice il diritto a un risarcimento da parte di un’azienda. Il suo colloquio per un impiego, infatti, era stato interrotto quando lei aveva rifiutato di stringere la mano a un uomo. Secondo quanto riferisce la Bbc, Farah Alhajeh, 24 anni, era alla ricerca di un impiego in un ufficio di traduzioni nella città di Uppsala. Ma la sua richiesta è stata respinta non appena ha rifiutato di stringere la mano ad uno degli intervistatori, portando invece la mano al cuore. Un comportamento tenuto da molte donne musulmane praticanti per evitare ogni contatto fisico con gli uomini che non fanno parte della loro famiglia. Un giudice del lavoro ha giudicato la decisione dell’azienda come discriminatoria e l’ha condannata a pagare alla donna un risarcimento di 40.000 corone (circa 3.400 euro).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gian Franco Gorrini 19 Agosto 2018

    per me in Italia ci vorrebbe Sua Ecc. il Cav. Benito Mussolini.

  • Gian Franco Gorrini 19 Agosto 2018

    queste persone non sono degne di vivere in un paese civile.

  • GIAN GUIDO BARBANTI 17 Agosto 2018

    il giudice,certamente boldriniano,dimentica che siamo in un Paese civile e le regole di comportamento sono diverse.Invito il giudice ad andare in nei paesi dei straccioni(arabi) a vivere ,così si trovera’ evidentemente meglio

  • Marcello 17 Agosto 2018

    Penso che la sentenza sia giusta: islamica o no è un essere umano come gli altri e ha diritto al rispetto delle sue convinzioni e dei suoi sentimenti, a condizione che non ledano i diritti altrui, ma questo non è successo in questa circostanza.

  • Giuseppe Tolu 17 Agosto 2018

    A già, l’integrazione.

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )