Morta bimba per un chicco d’uva. Cos’è la manovra di disostruzione pediatrica (video)

giovedì 9 Agosto 12:14 - di

Una bambina di 2 anni è morta soffocata da un acino d’uva mentre si trovava in una spiaggia libera a marina di Lizzano (Taranto). Ne dà notizia La Gazzetta del Mezzogiorno. La piccola ha eluso il controllo dei genitori ingerendo un chicco d’uva, ma non è riuscita ad ingoiarlo ed è diventata subito cianotica. Purtroppo la manovra di disostruzione pediatrica è stata tardiva. Un medico, che era presente in spiaggia, è riuscito a liberare il cavo orale, ma il suo intervento è risultato tardivo.  La piccola è stata quindi condotta in ambulanza all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto, ma non c’è stato niente da fare. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri.

GLI ALIMENTI DA EVITARE PER I BAMBINI: I CONSIGLI DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Il chicco d’uva è uno degli alimenti che causa ostruzione delle vie aeree nei bambini piccoli, e spesso la morte. Nel 2017 il dipartimento Ospedaliero di Aberdenn (Scozia) , ha divulgato a livello internazionale un dossier che collega la morte di molti bambini alla somministrazione inappropriata di cibi dai 12 mesi in su. Nel report vengono inseriti diversi casi in cui gli incidenti potevano di certo essere evitati, sopratutto se ci fosse stata una maggiore prevenzione e formazione delle persone che erano a supervisionare i bambini.

Manovra di disostruzione pediatrica: quando e come praticarla

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )