Meloni: il Friuli non diventi una nuova Lampedusa: schieriamo l’esercito

sabato 25 Agosto 17:34 - di

“Il Friuli Venezia Giulia rischia di essere la Lampedusa del Nord: il flusso di immigrati clandestini attraverso la rotta balcanica non si è mai fermato e nell’ultimo periodo sta crescendo in modo preoccupante. Il confine orientale è da anni un colabrodo, che non è presidiato a sufficienza e attraverso il quale passano indisturbati e senza controllo centinaia di irregolari di cui non sappiamo nulla. Con tutti i rischi, anche dal punto di vista della sicurezza e delle politiche anti-terrorismo, che l’Italia corre. Fratelli d’Italia chiede al governo di intervenire immediatamente: schieri l’esercito lungo il confine tra il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia per bloccare questa invasione silenziosa e finora ignorata”, ha dichiarato il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Dalla regione di annuncia che “già da oggi pomeriggio è previsto il trasferimento di una trentina di immigrati irregolari da Trieste: si tratta del primo immediato allontanamento a cui nei prossimi giorni seguirà quello della restante tranche di cinquanta persone”, rende noto l’assessore regionale alle Autonomie locali e Sicurezza del Friuli Venezia Giulia Pierpaolo Roberti, ringraziando il Viminale per la pronta disponibilità a risolvere l’emergenza verificatasi sul territorio triestino. I clandestini che dall’altra notte dormono all’aperto nel centro di Trieste sono in prevalenza pachistani, afgani e iracheni, alcuni dei quali richiedenti asilo in attesa dello status di rifugiato. “Non solo a Trieste, ma anche a Udine abbiamo avuto conferma dal ministero dell’Interno che è previsto nei prossimi giorni il trasferimento dalla Cavarzerani di una cospicua tranche di migranti, così come era stato richiesto dalla Regione”, fa sapere Roberti. L’assessore, sottolineando la sintonia tra istituzioni che ha risolto con azioni immediate il problema di alleggerire la pressione sul Friuli Venezia Giulia, ricorda anche che “come annunciato ieri dal governatore Fedriga, dalla prossima settimana la Regione metterà a disposizione il corpo forestale del Friuli Venezia Giulia per attività di supporto ai controlli lungo la fascia confinaria con la Slovenia per implementare ulteriormente il consistente rafforzamento della presenza di forze di Polizia nelle aree più a rischio”. Per il governatore Massimiliano Fedriga, “il cambio di passo del Governo nazionale è evidente anche per quanto riguarda la sicurezza del territorio e l’ennesima conferma giunge dall’ulteriore rafforzamento, che fa seguito all’azione già avviata lo scorso mese, dei controlli lungo la fascia confinaria tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia, in particolare nella provincia di Trieste”. Lo afferma insieme al governatore del Friuli Venezia Giulia anche l’assessore a Immigrazione e Sicurezza Roberti, commentando “molto positivamente il rapido recepimento dell’allarme lanciato solo pochi giorni fa dalla Regione in relazione ad un intensificarsi di attività migratoria clandestina sul nostro territorio”. “Questa regione – aggiungono Fedriga e Roberti – non è una porta aperta per gli immigrati irregolari e noi siamo determinati a lavorare in perfetta sinergia con il ministero dell’Interno affinché si giunga al blocco degli arrivi e all’eliminazione dell’accoglienza diffusa. Siamo consapevoli che ci vorrà del tempo – concludono governatore e assessore all’Immigrazione – ma siamo abituati a risolvere i problemi con l’azione e, da questo punto di vista, proseguiremo nella direzione tracciata senza alcun condizionamento”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • girolamo 26 Agosto 2018

    Capisco il Ministro Salvini che con il suo modo, giusto, di governare si stia facendo molti nemici, ma per dare una spallata definitiva su questi incresciosi fatti, che accadono solo nella nostra Nazione, bisogna essere risoluti e salvaguardare i nostri confini.

  • miranda rosso 26 Agosto 2018

    ci penserà il Presidente della regione, ha le idee molto chiare per fortuna

  • leonardo rocco tauro 26 Agosto 2018

    Questa è la strada giusta. Occorre essere detrerminati di fronte a questo tragico fenomeno, perchè i primi ad essere danneggiati sono proprio gli immigrati irregolari. Su di loro v’è la più grande speculazione della storia dopo lo schiavismo americano del XVIII secolo. Dramma loro, dramma nostro ripeteva il leader della destra italina Pino Rauti vent’anni fa. Profetico.

  • Adelio Bevagna 26 Agosto 2018

    Difesa della frontiera: ALTO LA CHIVALA…….CHO NON SI FERMA DEVE CREPA’. WIVA L’ITALIA.

  • luciano trezzani 26 Agosto 2018

    I confini della Patria vanno difesi dalle Alpi a Lampedusa. Brava Giorgia Meloni

  • ANGELO AIAZZI 26 Agosto 2018

    bene giustissimo

  • Angela 26 Agosto 2018

    Bisogna subito schierare l’esercito,ha ragione Giorgia Meloni,bisogna difendere i nostri confini da questi immigrati che non sappiamo chi siano e soprattutto quali intenzioni abbiano verso l’occidente,temo sia in atto un lento ma implacabile invasione dell’estremismo islamico, dobbiamo vigilare e presidiare con forza i confini di terra e di mare .

  • RICCARDO AMARA 26 Agosto 2018

    YES

  • Silvia Toresi 26 Agosto 2018

    L’On. Meloni ha pienamente ragione.

  • Pino1° 25 Agosto 2018

    Concorderei se nel frattempo non l’avessero smantellato l’esercito !! Occorre fare affidamento su tutti i patrioti anche se d’età perché se occorre imparare da quelli più bravi di noi, facciamolo pure ! Abbiamo tante energie e brave persone che potrebbero effettuare servizio civile, anche gratuito con ferme brevi per operazioni di pura sorveglianza e ‘scoperta’ attivando i servizi standard in essere solo su necessità ! Visto che Gabrielli cazzeggia con l’incolumità degli agenti senza distribuire i taser alla polizia di stato…. un po di visori notturni di gamma bassa incominciano a servire !!! Putin te ne da quanti ne vuoi !!

  • 25 Agosto 2018

    Legitima difesa della Patria. Ogni nazione a il diritto di difendere la propria frontiera!!

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )