Massacrata dal marito, scappa in strada: la soccorrono gli agenti

mercoledì 22 agosto 18:43 - di Redazione

La fuga in strada, il salvataggio da parte degli agenti della polizia municipale e poi il racconto: anni di soprusi e violenze da parte del marito. La vittima è una donna che oggi, verso le 12.30, è stata notata da una pattuglia del servizio territoriale di Parma in mezzo alla strada che gesticolava, scalza e in stato di shock. Agli agenti, spiega una nota del comune di Parma, in lacrime la donna ha raccontato di essere appena stata picchiata, per l’ennesima volta, dal marito convivente. Dopo aver raccolto la testimonianza della donna, gli agenti hanno chiesto l’intervento degli operatori del 118 che l’hanno trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore. Contestualmente è stata richiesta l’attivazione del reparto Nav, il nucleo antiviolenza della polizia municipale. Raggiunta in ospedale, dopo essere stata visitata e tranquillizzata, la donna, in una sala riservata, ha raccontato agli agenti del Nav degli anni di soprusi e di violenze patite da parte del marito ed ha sporto denuncia contro di lui. Alle sue percosse, ha raccontato, ha assistito anche la figlia minorenne, come nel caso dell’ultima aggressione subita. Madre e figlia sono state quindi inserite nel sistema di protezione per le vittime di violenza che il Comune di Parma ha implementato, mentre l’aggressore “si assumerà le proprie responsabilità di fronte alla giustizia”.

A denunciare l’episodio il Comune di Parma

Quanto accaduto oggi – si legge nella nota del Comune – è l’ennesimo episodio di prevaricazione ed abuso a danno di soggetti più deboli, perpetrato da chi pensa sia lecito imporsi con la violenza. Questo genere di accadimenti ha fatto registrare un incremento negli ultimi anni, non solo a Parma, ma anche in Italia, un dato, quindi, che fa riflettere”. Il solo reparto Nav, prosegue la nota, “allo stato attuale ha registrato un aumento dei casi riferibili alle situazioni di violenza in esame pari al +10% rispetto ai dati complessivi relativi al 2017. Solo alla fine di quest’anno sarà possibile tracciare un bilancio definitivo con i dati completi, anche se il fenomeno della violenza di genere, domestica e a danno di minori è oggi molto più discusso e portato a conoscenza delle istituzioni da parte delle vittime, tuttavia si tratta di un fenomeno che, purtroppo, non accenna a diminuire”. “Anche in questa occasione – afferma l’assessore alla Sicurezza di Parma, Cristiano Casa – la polizia municipale ha dimostrato efficienza e efficacia, intervenendo tempestivamente a tutela di una donna soggetta a violenza domestica, in presenza della figlia minorenne. Esprimo, pertanto, il mio plauso agli agenti anche a fronte di un tipo di servizio, quello del nucleo antiviolenza, che, pur non essendo conosciuto dalla maggior parte della popolazione, è attivo e produce risultati significativi grazie a una maggiore presenza qualificata sul territorio, facendo perno sulla capacità di ascolto e intercettazione delle problematiche che possono affliggere la comunità”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • 22 agosto 2018

    Ma non esiste più in Italia il rispetto per le donne??? Vergogna!!!!

  • In evidenza