Immigrato aggredisce una donna. Era a Lucca nonostante il decreto d’espulsione

martedì 7 Agosto 11:21 - di

Brutti cinque minuti per una turista australiana che stava  passeggiando nel centro di Lucca, quando un nordafricano di origini magrebine ha provato ad aggredirla per rubarle una collana. Per fortuna i piani sono andati in frantumi grazie al genero della vittima, che è intervenuto in sua difesa  e a un commerciante della zona: entrambi gli uomini si sono lanciati all’inseguimento del magrebino e sono riusciti a bloccarlo. Un altro episodio che evidenzia l’insicurezza nelle nostre città nel silenzio assoluto dei buonisti  della sinistra.

Aggredita per una collana

È finita in modo positivo un’aggressione che poteva avere conseguenze peggiori. Il magrebino si è avvicinato alla donna e ha tentato di strapparle con la forza il gioiello dal collo. Ha scaraventato  a terra la turista che, successivamente, è stata costretta a ricorrere alle cure dei sanitari del 118 che sono corsi sul luogo dell’aggressione. In particolare, un grazie va detto alla generosità di Piero Pacini, titolare della storica gelateria “I gelati di Piero” – come ricostruito dal Giornale – che insieme al parente della donna ha deciso di intervenire, dopo avere ascoltato le urla della donna. I due sono riusciti a raggiungere il magrebino, bloccarlo e farsi riconsegnare la collana. Il giovane immigrato è stato tratto in arresto.

Il nordafricano aveva un decreto di espulsione

Ma il paradosso è un altro: risulta che all’uomo, pluripregiudicato, era già stato notificato un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Lucca notificato lo scorso 1 agosto, con l’obbligo di lasciare il territorio italiano fissato entro 7 giorni dal ricevimento della comunicazione. Processato con il rito direttissimo, l’uomo è stato condotto in carcere dove attenderà la prossima udienza fissata al 18 settembre.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ATTILIO 9 Agosto 2018

    Fatto reale, 3 anni fà, periferia di Praga, una zingarella ruba la borsetta ad una signora fouri da un negozio, polizia chaiamata, arrivano in due su moto, la trovano, gli intimano di fermarsi, ovviemente lei cerca di entrare in una fermata del metrò, loro con due manganellate la buttano a terra, viene malmenata e ammanettata, secondo un superiore arrivato sul posto, lei verrà processata per direttissima ed immediatamente espulsa dalla Repubblica Ceca.

  • stefano 9 Agosto 2018

    so di dire una cazzata, ma mai che capiti alla moglie o figlia di qualche giudice o politico buonista?

  • Pietro Parini 8 Agosto 2018

    Questo non è Far West , è brutale giungla , pertanto non suscita l’indignazione dei vari Mattarella, Avvenire , Famiglia Cristiana e compagnia cantante. Pertanto : Allegria !!!!!!!!!……………..

  • Alessandra Botta 8 Agosto 2018

    Mi domando a che serve il decreto di espulsione in 7 giorni ? E no , questa gentaccia va accompagnata immediatamente fuori dal territorio. Chissà quanti con con questo decreto ancora sono in italia ?

  • apacità messe in mostraamerigo 8 Agosto 2018

    Ssss, il presidente emerito ha parlato chiaramente di “risorse” per gli Italiani, non crucciatelo con queste insinuazioni, già il caldo lo ha abbattuto, se ci mettiamo anche a criticarlo, è finita!

  • concetta 8 Agosto 2018

    …ma cosa dite!!!!! secondo LORO sono forze lavoro che a breve ci pagheranno le pensioni: devono vergognarsi solo a pensarlo

  • Francesco 8 Agosto 2018

    ma quando ci decideremo a far sparire questi rifiuti del genere umano?

  • FABIO MASSIMO PURGATORIO 8 Agosto 2018

    Il solito schifo,solito vomitevole risultato del becero buonismo dei compagnucci e del Vaticano……medaglia ai 2 soccorritori!!

  • paolo mario Pieraccini 8 Agosto 2018

    i decreti di espulsione dovrebbero avere efficacia immediata,considerando che l’80% di coloro ai quali viene notificato non lo rispettano.Senza considerare che poi tornano nel paese di Bengodi.

  • Agostino 8 Agosto 2018

    Roba da matti, gli mettono in mano un “Decreto di espulsione” quello esce fuori e ci va in bagno a pulire il deretano e poi era “PLURIpregiudicato” perché era ancora in Italia a delinquere? La legge va cambiata insieme ai giudici zecche rosse, metterli sul primo aereo i criminali, espulsione forzata immediata e galera nei paesi di origine dopo averli legnati in modo che non dimenticheranno per tutta la vita

  • Mario M. Fornaro 8 Agosto 2018

    Per i ‘migranti’ ed altri stranieri che delinquono -qualunque sia il reato- serve cambiare -da subito- le regole in modo semplice. Cioè: 1-le Forze dell’ordine segnalano in via prioritaria il caso al Ministero dell’Interno: questi (Salvini, o per suo ordine) espelle immediatamente il ‘soggetto’ facendolo accompagnare da Agenti oltre frontiera con ogni mezzo (aereo, treno, altro). L’iter prosegue poi davanti alla Magistratura con le pratiche tradizionali. Il pezzo di carta detto ‘Decreto di espulsione’ non serve a niente: lo buttano in un cestino e se ne vanno per i fatti loro, magari a commettere altri reati.

  • salvatore 8 Agosto 2018

    decreto di espulsione: e…poi seguite come va a finire. ACCOMPAGNIAMOLI ALLA FRONTIERA E..VIA CASA LORO!

  • Roberto Jonghi Lavarini 8 Agosto 2018

    Serve il PUGNO DI FERRO.
    Per questo dobbiamo sostenere, da destra, la Lega di Matteo Salvini al governo.

  • alberto 8 Agosto 2018

    Niente decreti di espulsione: fuori tutti subito chi non è Italiano, ma subito senza distinzione!

  • ADRIANO AGOSTINI 8 Agosto 2018

    Lo sto dicendo da una vita. Un maghrebino che viene in Italia con i barconi, con tutti rischi e spendendo non meno di 1.500 dollari è uno che ha qualcosa da nascondere perché con il passaporto il volo sia da Rabat che da Tunisi che da Algeri fino a Roma costa sui 130 euro. Inoltre recentemente sia la Tunisia che il Marocco con una amnistia hanno liberato migliaia di detenuti. Tirate voi le somme. I nordafricani (in Nordafrica non c’è guerra) che vengono con i barconi, devono essere rimandati subito indietro senza se e senza ma.

    • ADRIANO AGOSTINI 8 Agosto 2018

      P.S. Ho detto le stesse cose in un commento su Facebook. Risultato: 30 giorni di sospensione perchè quello che scritto non rispetta i “loro standards”! Viva la libertà di espressione!

  • Aldo Barbaro 8 Agosto 2018

    Mi chiedo il perchè il decreto di espulsione non sia stato reso operativo immediatamente facendo accompagnare dalla polizia ala frontiera il soggetto?

  • Dany 8 Agosto 2018

    Salvini ci raccomandiamo a te! Anche Lucca, la mia città insozzata da pezzenti stranieri senza alcun diritto….ora basta! Fategli preparare le valige del piddino on.Andrea Marcucci,questo è il suo territorio…magari anche con la benedizione dei vescovi che qui ne abbiamo da vendere

  • Vito tiso 8 Agosto 2018

    Sono lo schifo del mondo inutili delinquenti vagabondi piaccio o solo ai pdidioti

  • Laura Prosperini 7 Agosto 2018

    rendiamo più efficenti le espulsioni.

  • sergi 7 Agosto 2018

    Mandargli tutti a casa loro. qui in ITALIA quella gente non servono a nulla..

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )