Immigrati sul bus aggrediscono l’autista. Bimba sfiorata da un pugno

mercoledì 8 Agosto 17:16 - di

Su un pullman partito da Senigallia per raggiungere Sassoferrato, nelle Marche, una gang di africani ha scatenato il caos. Prima l’aggressione e le minacce all’autista del bus delle Autolinee Bucci. “Metti giù le mani, metti giù le mani”, urlava l’autista a uno degli africani che lo aveva afferrato nel tentativo di immobilizzarlo. L’episodio è avvenuto nei pressi di Serra de’ Conti, dove gli immigrati erano saliti a bordo rigorosamente senza biglietto. La gazzarra si è scatenata proprio quando l’autista ha chiesto il biglietto: non ce l’avevano ma volevano sedersi senza pagare. L’autista, subito intimidito, non si è però sottratto, continuando a chiedere il titolo di viaggio. Dunque è stato accerchiato, insultato, minacciato e trattenuto. Poi si è scatenata la rissa, durante la quale una bimba è stata sfiorata da un pugno mentre l’autista è stato colpito più volte. A sedare la rissa ci hanno pensato i carabinieri, chiamati dai testimoni a bordo del bus.

Immigrati non pagano il biglietto, il precedente

Sono sempre più frequenti le aggressioni sui bus. Proprio qualche giorno fa a Tiezzo di Azzano Decimo (Pordenone) un ragazzo del Burkina Faso ha prima picchiato il conducente dell’autobus e poi ha sferrato una coltellata a uno dei carabinieri intervenuti: ha usato un coltello da cucina ferendo al costato il brigadiere con tagli non profondi. Il giovane è stato arrestato e accusato di violenza, lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Leonardo Corso 9 Agosto 2018

    Vediamo se i telegiornali parleranno di questo episodio.basta sti n****** sono animali non sono persone , sono degni di stater nella giungla. fuori l P. chi non rispetta le regole e le leggi cultura del nostro paese.

  • Jolanda C. 8 Agosto 2018

    Ecco l’ennesimo orrendo episodio che conferma che razza di gente abbiamo – nolenti o volenti- importato a casa nostra…..ma moavero (di cui ho appena letto la farneticante offensiva dichiarazione che mette sullo stesso piano i nostri poveri emigrati nelle miniere di Marcinelle,con la teppa di cui sopra) legge mai i giornali?

  • doriana santinato 8 Agosto 2018

    rimandateli a nuoto! ma qualcuno lo vuole capire che abbiamo la sindrome da palle gonfie!! non ne possiamo più!!!

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )