Donzelli: in Toscana sinistra complice del business dell’accoglienza

giovedì 30 Agosto 15:58 - di
Donzelli

Fratelli d’Italia all’attacco. “L’inchiesta di oggi coinvolge i soggetti in prima fila dell’accoglienza a Firenze e in Toscana: mentre noi denunciavamo un diffuso sistema di sprechi per far lucrare le cooperative sulla pelle degli immigrati, il Pd e la sinistra marciavano a braccetto con personaggi che sfruttavano i soldi pubblici e gli immigrati per fare affari sulla disperazione e sullo schiavismo”. È quanto afferma il parlamentare di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, commentando i provvedimenti emessi dalla Procura di Firenze nei confronti di soggetti coinvolti nell’accoglienza immigrati. “Non possiamo certo dire di essere sorpresi da quanto emerso – sottolinea Donzelli – svariate volte abbiamo denunciato nei nostri sopralluoghi ai centri di accoglienza condizioni di indecenza e illegalità. I soggetti che per anni hanno fatto i maestrini buonisti e con presunzione pensavano di darci lezioni di moralità, nel frattempo usavano gli immigrati come merce umana: la sinistra è da tempo corresponsabile dello spreco di denaro pubblico e dello sfruttamento di queste persone usate per far guadagnare le cooperative”. “Due anni fa ho lanciato dalla Toscana la legge Taglia-business immigrati per obbligare tutti i soggetti che si occupano di accoglienza alla rendicontazione di ogni centesimo di spesa: proposta da Fratelli d’Italia alla Camera è diventata legge grazie all’iniziativa di Giorgia Meloni e renderà più difficile la speculazione. Tuttavia, per interrompere davvero il nuovo schiavismo dei buonisti – conclude Donzelli – occorre abolire il sistema dei Cas che induce all’illegalità e alla criminalità: nessuno deve poter entrare e vivere in modo clandestino in Italia”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Paola 1 Settembre 2018

    D’accordo con tutto e tutti, ma particolarmente con Pino 1°: …. il partito demodiabolico!!!!!

  • Angela 31 Agosto 2018

    Perché nessuno ascolta la Meloni?chiede sensatamente il blocco navale da molto tempo,sarebbe l’unica soluzione per fermare questi migranti che ci stanno invadendo,ma penso purtroppo che anche in questo governo ci siano anime rosse che si oppongono,ma perché?perché la sinistra vuole portare l’Italia allo sfracelo?per questioni di business? possibile che per denaro mettono una nazione in ginocchio?io sono annichilita da tanto bruttume !

  • Pino1° 31 Agosto 2018

    Giorgia Meloni è la vera artefice, nel silenzio, di iniziative che anticipano le necessità d’azione su molti punti critici come lo sbarramento navale ed infiniti altri che, se fossi un consigliere della Onorevole Meloni pubblicherei in rete a ”memoria” nei confronti di succhia-ruote come fdl che arrivano affannati buoni ultimi da noti fanczzisti come sono per giocare a ruba-bandiera…… a dirla tutta il complice è colui che coadiuva l’atto del criminale… quando parlate di Toscana, il ladro è sempre la compagine ex pc e la complice sempre la chiesa cattolica, hanno istituito da tempo il partito demodiabolico !

  • Giuseppe Tolu 30 Agosto 2018

    Prima o poi verranno fuori tutti i casini della rossa Toscana, allora ci sarà da ridere, peccato che ad allora non ci siano più pdioti.

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )