Di Maio si confessa: «Meno male che non abbiamo fatto il governo col Pd»

martedì 7 Agosto 10:18 - di

I giorni in cui si ventilava il governo Cinquestelle-Pd sono stati difficili. Perché nell’elettorato c’era la sensazione che, pur di andare a Palazzo Chigi, i grillini avrebbero fatto patti anche con il diavolo. Bastava dare un’occhiata ai social per capirlo: il M5S – che si era presentato come il partito rivoluzionario – faceva accordi proprio con quei democratici che erano stati sbattuti fuori a suon di calci elettorali. Ora Luigi Di Maio lo confessa, meno male che Salvini c’è: «Con il senno di poi sono felice che le cose siano andate così. Con la Lega è andata davvero bene». Il contratto di governo è stato utile, «le cose che non sono nel contratto non si fanno». E questo ha aiutato l’intesa. Il vicepremier e ministro dello Sviluppo e del lavoro lo dice ai microfoni di Radio 24. Di Maio si è mostrato soddisfatto del sostegno convinto della Lega al decreto dignità e aggiunge: «È assurdo che un partito che si definisce di sinistra, il Pd, lo ha osteggiato, mentre è sostenuto da partiti che vengono definiti di destra». Sulla Tav «con Salvini un’intesa la troviamo sempre. Ci intendiamo al volo, lo abbiamo visto in questi mesi…». Infine, sul fronte internazionale, conclude Di Maio, «ci onora la stima di Trump», mentre, intanto, ai tavoli europei «abbiamo ottenuto risultati concreti».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sara 9 Agosto 2018

    Eh si anche perché se capitasse mai che si va alle elezioni e per qualche strano motivo i grillini si alleassero col pd il.mio voto lo.perderebbero di sicuro e anche quello di migliaia di italiani.

  • Mauro Garlaschelli 8 Agosto 2018

    …meno male che questi due movimenti…vogliono ragionare e confrontarsi modernamente e con intelligenza… perchè andare a nuove elezioni… dove la LEGA vincerebbe di brutto… costringerebbe Salvini a mandare af**** i morti di fi… mentre per affetto verso il supermorto Berlusca…nn ne ha voglia…

  • Mauro Garlaschelli 8 Agosto 2018

    …sono totalmente d’accordo con Di Maio… che…per dare retta… x l’ennesima volta a 2 Persone che stimavo…il morto sotto tutti i punti di vista Berlusca… e Vittorione Sgarbi che si è ravveduto anche Lui come me su questo Ragazzo… mi piaciono le Sue Saggezza e Concretezza… e mi piace tantissimo Giuseppe Conte… anche Lui mai fuori dalle righe…ma solido negli argomenti… naturalmente N°1 è Salvini… anche se voto e voterò la…CONCRETISSIMA MELONI !!!…

  • Carlo Cervini 8 Agosto 2018

    Però rimane sempre aperto il “soccorso rosso”, se Salvini blocca qualche provvedimento distruttivo M5s con i voti di Martina e Bersani lo fa passare lo stesso. Non dimenticare mai che dal 1976 al 1992, dopo la svolta morotea del congresso DC di Bari, nessun provvedimento o legge dello Stato è stato approvato con il voto favorevole del PCI o l’astensione determinante; allora si chiamava consociativismo oppure convergenze parallele.

  • Leonardo Corso 8 Agosto 2018

    Grazie a Dio che vi ha aperto gli occhi. Andate avanti e fate le cose che avete firmato

  • Angela 7 Agosto 2018

    E meno male che ve ne siete accorti in tempo!!!

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )