Bombe anarchiche contro la Lega. Salvini: “Criminali, non molliamo”

giovedì 16 Agosto 19:37 - di

Torna la strategia della tensione degli anni di piombo? Di sicuro tornano le bombe contro chi non la pensa come i terroristi. Oggi alle ore 13.55 un ordigno rudimentale è esploso in via Fontana 95, a Villorba, in provincia di Treviso, davanti alla storica sede della Lega, conosciuta come K3.  Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, col personale operativo del nucleo Nbcr. Nessuna persona è rimasta coinvolta, limitati i danni al portone di ingresso. Ma gli ordigni erano due, il secondo è stato disinnescato dagli artificieri. Questa sede della Lega è molto nota in Veneto, si pensi che proprio qui il governatore Luca Zaia ha festeggiato i suoi successi elettorali. Secondo le prime informazioni, la bomba è esplosa di notte, e nessuno avrebbe sentito il botto. Tuttavia è arrivato un volantino in questura annunciando la presenza delle bombe nella sede della Lega. I dirigenti leghisti (l’ex sindaco di Treviso Gian Paolo Gobbo è arrivato in sede) sono stati avvertiti dalla Polizia. Come da consolidata tradizione, la prima bomba era in realtà una trappola: l’ordigno più potente era il secondo, che sarebbe dovuto esplodere quando i soccorsi fossero arrivati. Il volantino, a quanto si apprende, è firmato da una sigla anarchica la cui autenticità è ora vagliata dagli inquirenti.

La rivendicazione degli anarchici

In serata è arrivata la rivendicazione degli anarchici: “All’alba, la sede della Lega a Treviso è stata attaccata con un ordigno, rivendichiamo la collocazione contro politici, sbirri, e loro tirapiedi. A tutto questo non vogliamo essere complici, alla violenza indiscriminata degli Stati ci opporremo con la violenza discriminata contro i responsabili di tutto ciò”. E’ quanto si legge, tra l’altro, nella rivendicazione, firmata “Cellula Haris Hatzimihelakis/Internazionale nera, 1881-2018”, relativa all’ordigno piazzato davanti alla sede della lega a Villorba, nel trevigiano. La rivendicazione, apparsa su alcuni siti anarchici, come roundrobin e anarhija, è datata 12 agosto, e questo fa pensare che la bomba carta sia effettivamente esplosa domenica 12, anche se nessuno ha sentito il rumore dell’esplosione. Sul posto la polizia ha poi trovato un secondo ordigno, contenente chiodi e pezzi di metallo, che ha provveduto a disinnescare con il supporto deli vigili del fuoco, intervenuti con il furgone Nbcr.

Salvini: non ci fanno paura

Il segretario federale della Lega Matteo Salvini ha scritto in un tweet «Cercano di fermarci, ma violenti e delinquenti non ci fanno paura. Andiamo avanti, più forti di prima». E lancia l’hashtag #iononmollo. «Esprimo la mia più ferma condanna per l’attentato alla sede della Lega di Treviso. Si sia trattato di un atto dimostrativo o della volontà di far del male, di ordigni ad alto potenziale oppure no, poco importa: si tratta comunque di un atto gravissimo, esecrabile, speriamo non il primo di una possibile inquietante spirale». Così il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta il grave atto compiuto la notte scorsa al K3, sede della Lega a Treviso,, aggiungendo: “La rivendicazione giunta ci riporta a tristi epoche e ad allucinanti linguaggi che credevamo ormai dimenticati. Se così non è, questi nemici della democrazia sappiano che troveranno una società veneta pronta a respingerli nel nome del confronto civile e della difesa delle istituzioni democratiche”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Casellato Antonio 17 Agosto 2018

    Io sono vecchio ma penso che non mi fregano perche al tempo del fascismo gli anarchici c’erano anche allora ma erano gli stessi fascisti e se non è così sarà frutto di chi ” semina vento e raccoglie tempesta. Italiani cercate di non farlo mai perchè nuoce e noi stessi.

  • Alf 17 Agosto 2018

    Chiedo venia, ma perchè se un atto esecrabile viene fatto da persone riconducibili alla destra scrivete FASCISTI, se invece viene fatto dalle zecche rosse scrivete ANARCHICI?

  • piero 16 Agosto 2018

    ci vuole la pena di morte x atti di terrore e mafia

  • Adelio Bevagna 16 Agosto 2018

    Chiudere immediatamente tutti i centri sociali.

  • Sostienici

    In evidenza

    News dalla politica

    Array ( [0] => ppm-bundle )
    Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )