Asia Argento, Jimmy Bennett rompe il silenzio: «Avevo paura e vergogna»

giovedì 23 Agosto 8:56 - di

E adesso parla lui, Jimmy Bennett, il grande accusatore di Asia Argento. Perché solo ora? Perché non ha denunciato prima quel che dice di aver subìto. Aveva paura, si vergognava: «Ero minore al tempo degli eventi», dice l’ex attore bambino. Adesso però minaccia l’attrice italiana di azione legale chiedendo un risarcimento milionario. In una dichiarazione a un quotidiano americano, Jimmy spiega che «un pregiudizio nella società» contro un uomo che si fosse trovato nella sua situazione lo ha indotto a tacere: «Non ero pronto ad affrontare le conseguenze se la mia storia fosse diventata pubblica». Il suo dramma interiore «è tornato in superficie nel momento in cui lei è diventata una vittima» raccontando lo stupro subito da Harvey Weinstein, Jimmy Bennett aggiunge: «Inizialmente non ho parlato della mia storia preferendo gestirla in privato con la persona che mi aveva fatto un torto».
Asia Argento intanto ha deciso di ritirarsi da un festival musicale, Le Guess Who? a Utrecht in Olanda, «a causa della natura imprevedibile delle accuse che la riguardano» e «fintanto che la questione resterà aperta». Un’altra delle colonne del #MeToo, ha preso le distanze da Asia come Rose McGowan. «Il tempo farà chiarezza, forse lei verrà scagionata», commenta su Twitter la diva premio Oscar per Dea dell’Amore: «Ma se tutto questo fosse vero, non possiamo che ribadire che l’abuso sessuale sui minori è un crimine odioso, e contro tutto ciò che rappresenta #MeToo».

Ecco chi è Jimmy Bennett

Classe 1996, capelli scuri e una carriera iniziata in tenera età. James Jimmy Bennett è nato a Seal Beach, California. Da giovanissimo inizia ad apparire in numerosi spot pubblicitari. Dopo i primi passi mossi in tv (nelle serie The Guardian, Giudice Amy, CSI – Scena del crimine, Everwood), debutta sul grande schermo al fianco di Eddie Murphy in L’asilo dei papà. Nel 2004 recita nella pellicola di Asia Argento, “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa”, interpretando il figlio dell’attrice. Jimmy appare poi nei film Hostage (2005), un thriller con Bruce Willis, nel remake di Amityville Horror (2005), in Poseidon (2006) e Un’impresa da Dio (2007). Presta poi la voce a diversi film d’animazione come Polar Express e Charlie Brown. Nel 2009 ottiene invece la parte del giovane James T. Kirk in Star Trek di J. J. Abrams e nello stesso anno recita in Orphan e nella serie tv No Ordinary Family.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giulio 23 Agosto 2018

    Ma non si vergogna di fare il bambino? A lui farebbe bene la leva obbligatoria di cui parla Salvini!

  • gianni 23 Agosto 2018

    questi sono i Comunisti