Sondaggio: i ministri leghisti ispirano più fiducia di quelli a 5 Stelle. Di Maio solo sesto

giovedì 5 luglio 16:49 - di Redazione

Salvini in testa con un indice di fiducia molto alto. Di Maio solo sesto. La classifica della fiducia degli italiani nei confronti del governo gialloverde, espressa da un sondaggio realizzato da Euromedia research di Alessandra Ghisleri in collaborazione con l’agenzia di comunicazione di impresa Klaus Davi and company, premia la Lega. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, in quota Carroccio, Giancarlo Giorgetti, si piazza alle spalle di Salvini con 46,3 mentre Luigi Di Maio è solo sesto.

Alle spalle di Giorgetti si piazza Giulia Bongiorno, ministro per la Semplificazione e la Pubblica amministrazione, con 45,8, seguita dal ministro dell’Economia Giovanni Tria con 43,8.

Al quinto e sesto posto, quasi pari merito, ci sono il ministro delle Politiche comunitarie Paolo Savona a 40,6 e il vicepresidente del consiglio e ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Di Maio (M5s) a 40,5. Segue a ruota il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio con 39,6.

Concludono la prima metà della classifica il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli (M5s) 35,9 e il ministro degli Affari esteri Enzo Moavero Milanesi con 34,6.

Ottiene la fiducia del 33,4 il ministro della Salute Giulia Grillo (M5s) 33,4 mentre 3 punti in meno vanno al ministro per la Famiglia e le disabilità Lorenzo Fontana (Lega) 31,9, da cui si allontana per poco il ministro per l’Ambiente Sergio Costa (M5s) 31,4. Il ministro della Difesa Elisabetta Trenta (M5s) si aggiudica il 30,9 e subito dopo si piazzano il ministro per il Sud Barbara Lezzi (M5s) 29,9 e il ministro dei beni culturali e turismo Alberto Bonisoli (M5s) 29,8.

Per Alessandra Ghisleri e Klaus Davi «questi dati indicano un primo trend che potrebbe modificarsi nei prossimi giorni. Il campionato sarà lungo e le narrazioni possono subire modifiche in conseguenza di eventi sociali, politici ma anche dell’abilità dei singoli ministri di farsi capire».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Laura Prosperini 6 luglio 2018

    sono contentissima ma
    …questo potrebbe far nascere dei …problemi di tenuta del Governo
    i media cercheranno di dividere Lega e m5s utilizzando tutte le armi possibili (a proposito, a quando una legge sul divieto di finanziamenti Pubblici per l’editoria privata?)

    • Ilaria 6 luglio 2018

      Le ricordo che sta leggendo un giornale di partito finanziato da contributi statali.

  • Pino1° 5 luglio 2018

    Perché, c’erano dubbi ?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica