Salvini sale al Colle: «Prima gli italiani, nessuna minaccia mi farà retrocedere»

lunedì 9 luglio 11:25 - di Stefania Campitelli

«Si parte amici, sarà una settimana intensa e spero utile, con incontri a Roma e in Calabria, in Lombardia, in Veneto e in Abruzzo, in Austria e in Russia. Sul mio obiettivo, prima gli Italiani, nessuna minaccia potrà farmi cambiare idea! Buona settimana anche a Voi!». A poche ore dall’atteso incontro al Colle, Matteo Salvini, su Facebook ribadisce la sua missione e conferma,  postando una sua foto a bordo di un volo, l’iperattivismo di questa primo scorcio di azione di governo.

Salvini da Mattarella: non si parlerà di toghe

Alle 12, dunque, il vicepremier e ministro dell’Interno sarà ricevuto dal presidente Mattarella, come richiesto “con cortesia” all’indomani della notizia del sequestro dei beni alla Lega. Sì all’udienza – ha accordato il Colle –  ma non si parlerà di toghe. Dal colloquio, per esplicita decisione di Mattarella, sono tagliati fuori «riferimenti e valutazioni sull’azione della magistratura». Il Quirinale, insomma, intende tenersi fuori dalla polemica sulle toghe politicizzate e le iniziative contro il Carroccio. Si parlerà invece di stretta attualità a cominciare dal dossier sull’immigrazione (che è la ragione formale del faccia a faccia) alla luce delle iniziative del ministro dell’Interno. Non ultima quella di bloccare i porti italiani anche alle navi militari straniere nel Mediterraneo che, secondo fonti del Quirinale, avrebbe impensierito Mattarella. Nell’ultima intervista prima dell’incontro con il capo dello Stato Salvini spiega le ragioni del faccia a faccia: «Innanzitutto – spiega – è doveroso rendergli conto di un mese di lavoro al Viminale, sul fronte immigrazione e sulla lotta alla mafia». A proposito del polverone sui fondi sequestrati alla Lega per l’allegra gestione bossiama, Salvini aggiunge: «Gli farò presente che noi siamo tranquilli e sereni, che la nostra è una gestione trasparente da anni. E se fosse necessario gli racconterò che cosa è successo dieci anni fa». Per chi dice che i dirigenti della Lega “hanno rubato”, precisa Salvini, «sono già partite le querele. Non si devono permettere. Noi siamo parte lesa. Abbiamo studiato il caso: l’unico precedente del genere è in Turchia».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 15 luglio 2018

    Auguri di cuore. Niente ne se ne ma, quello che e’ giusto va fatto, il popolo ne e’ garante perche’ hai sempre dimostrato che sei la nostra voce. Auguri.

  • vittorio 10 luglio 2018

    la prova lampante che la certa magistratura sta agendo per fini politici ed in modo anche spudorato si deduce dal fatto che tra i soldi di cui chiede il sequestro ci sono anche quelli certamente spesi per fini politici come gli stipendi dei dipendenti lega con annessi versamenti di contributi all’inps . La magistratura ha bisogno di una unica riforma seria che ridia dignità a chi esercita quella funzione con scrupolo e serietà, quella di rendere i magistrati responsabili penalmente e civilmente di decisioni manifestamente contrastanti con le disposizioni delle leggi votate dal parlamento; responsabilità che non deve essere “accertata” dalla giustizia “domestica ” degli stessi magistrati, ma da un “tribunale popolare” che decida a maggioranza qualificata. L’unico legitimato a verificare se le sentenze sono o meno “IN NOME DEL POPOLO ITALIANO”.

    • GENNARO TERMINE 10 luglio 2018

      CARO VITTORIO, LA BUROCRAZIA ED IN ISPECIE LA MAGISTRATURA POLITICIZZATA CHE IN ESSA E’ INCUNEATA DAVVERO SONO LA PALLA AL PIEDE DELL’ITALICO PROGRESSO !!!

  • Pino 10 luglio 2018

    Non ti ho votato ma ero dentro la coalizione, oggi non avrei dubbi come probabilmente l’80% degli Italiani stanchi di essere maltrattati, se proprio qualcuno della compagine governativa non ci sta, provoca una crisi di governo e ritorniamo alle urne, con la percentuale di cui sopra, che sicuramente avrai, potrai governare e ridare l’importanza che merita alla nostra Patria. Buon lavoro.

  • giorgio 10 luglio 2018

    bene cosi’; la responsabilita’ dei 49mln di euro e’ della gestione allegra, per usare un eufemismo, precedente, leggi Bossi- Belsito e “cerchio magico”. E’ ora che gli immigrati se li prendano gli altri e li vadano anche a salvare. I Cittadini del Bel Paese non sono gli “zerbini” di nessuno tanto meno di quei sacchi di guano d’oltralpe, ovest ed est.

  • GIORGIO 10 luglio 2018

    Sono con te. Non mollare mai. Qualcuno si è fatto ” insavianare “, ma fanno schifo a tutti.

  • Alessandro Caroli 10 luglio 2018

    I ladri sono altri. Noi non avevamo i soldi per pagarci una sede, tanto che ora ne siamo privi.

  • Lorenza ceccaroni 10 luglio 2018

    E’ la prima volta nella vita che il personaggio politico che ho votato non mi delude. Si tenga stretta anche la Meloni, perché insieme siete una vera forza. E, finora, meritate in pieno lo stipendio che guadagnate e che proviene dal popolo. Noi siamo alle vostre spalle.

  • Adriano Callegari 10 luglio 2018

    Nel tuo nome sta scritti il tuo destino e degli italiani : SALVI (ni italia) NI

  • alberto 10 luglio 2018

    Bravo Matteo: tanti nemici…..tanto onore! Lasciali perdere, non sanno quello che dicono e, soprattutto, quello che fanno! Vai avanti che se ci fossero elezioni, prendiamo il 70% !

  • Angela 10 luglio 2018

    Salvini hai il merito encomiabile di aver risvegliato un popolo che era ormai sopito,sei un GRANDE,sei tutti noi,gente perbene e onesta, continua così!

  • DE ANGELIS ABRAMO 10 luglio 2018

    Va bene Matteo quello giusto, tieni sempre in fianco la Giorgia ed a debita distanza Silvio tanto i 4 cagnetti rimasti sanno bene dove andare e con chi andare.

  • Fernando 10 luglio 2018

    Sono fortemente convinto di essere sulla buona strada.

  • eddie.adofol 10 luglio 2018

    GRANDE SALVINI!!!!! VAI AVANTI IL TUO POPOLO E’ CON TE E INSIEME A DI MAIO E LA MELONI FARETE RISPETTARE IL NOSTRO PAESE DAL RESTO D’EUROPA TUTTA L’AFRICA NON PUO’ VENIRE IN ITALIA – NON CI STA’ –

  • FRANCO 9 luglio 2018

    Tieniti alle spalle il popolo , ai fianchi Meloni e Berlusconi , di fronte Donald e Vladimir .

    • Sebastiano 10 luglio 2018

      niente berlusconi il traditore… dai 2011 al 2017 è stato complice del PD… non dimenticatelo.

  • gianni 9 luglio 2018

    Onestà e coraggio positivo pagano sempre. Ascolta tutti i tuoi colleghi e poi vai dove ti porta il cuore

  • Pino1° 9 luglio 2018

    Forza Salvini Sei solo (quasi) l’unica che potrebbe stare in compagine con lei è la On. Meloni di sicuro è necessario anche berlusca ma a debita distanza e molletta al naso…..

  • Gio 9 luglio 2018

    grande salvini !!! La gente onesta e le forze dell’ordine sono con te. Non ti fermare.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica