Pisa: scappa dai domiciliari, ma resta senza benzina. Preso dalla Polstrada

mercoledì 25 luglio 15:50 - di Redazione

Scappa dagli arresti domiciliari ma viene riacciuffato dalla Polstrada sulla corsia d’emergenza dell’A12 dove era stato costretto a fermarsi dopo essere rimasto senza benzina. L’uomo, che ora è stato denunciato per evasione, stava percorrendo l’autostrada Roma-Genova quando, all’altezza di Pisa, ha finito la benzina e si è fermato in corsia di emergenza.

È un pregiudicato per sfruttamento della prostituzione

Qui è stato raggiunto in pochi minuti da una pattuglia della sottosezione di Viareggio che voleva prestargli aiuto. Agli agenti della Polstrada non è stato tuttavia difficile capire che qualcosa non andava in quell’automobilista rimasto a secco nonostante fosse diretto all’aeroporto per prelevare un’amico di cui, però, non ricordava né il nome né il volo. Fiutando qualcosa di losco, gli investigatori lo hanno perciò condotto in caserma dove hanno potuto  incrociando le informazioni di tutte le banche dati e quindi che quell’automobilista che volevano soccorrere era in realtà un pluripregiudicato per sfruttamento della prostituzione che stava scontando un periodo di detenzione domiciliare.

La Polstrada si era fermata per soccorrerlo

Il malvivente, che all’inizio era convinto di farla franca facendo il vago, quando ha capito che per lui non c’era più scampo, per evitare guai peggiori, ha vuotato il sacco alla Polstrada, confermando che non avrebbe potuto allontanarsi dalla sua casa nel Pistoiese. A quel punto è scattata la denuncia per evasione seguita dall’arresto e dalla messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica