Parigi si scopre città salutista: niente fumo nei parchi pubblici

giovedì 5 luglio 18:53 - di Redazione

Vietato fumare nei parchi di Parigi. Per ora è solo una sperimentazione che si applicherà a quattro giardini pubblici, ma con questo passo la Capitale francese sembra volersi avviare spedita sulla strada già intrapresa da altre città europee e non solo. Parigi, insomma, sembra proprio puntare a parchi pubblici “no smoking”.

La sperimentazione durerà quattro mesi ed è stata promossa per l’iniziativa di un gruppo radicale. Si tratta di un provvedimento che, in Europa, è già stato adottato da Strasburgo, che dal 1 luglio ha vietato le sigarette nei principali parchi, e che vede fra le sue capofila New York, città in cui la vita dei fumatori si è fatta progressivamente più complicata e dove i parchi già compaiono tra le zone off limits per le bionde.

Parigi, comunque, non ha ancora individuato i giardini pubblici in cui si testerà il divieto e che dovranno essere scelti nei prossimi giorni dai vertici dei differenti municipi cittadini. Secondo i promotori della misura, vietare il fumo in questi luoghi tutelerebbe in particolare i bambini, considerando che nei parchi ci sono spesso aree giochi, e i giovani che sarebbero meno esposti al cattivo esempio. C’è, inoltre, un obiettivo ambientale: ogni anno, infatti, diverse tonnellate di cicche vengono raccolte proprio nei parchi pubblici.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Rodolfo Ballardini 6 luglio 2018

    Mi sembra una str…ta. E’ piena della marmaglia afroisolamica che ne fa di tutti colori….

  • michele 6 luglio 2018

    niente fumo, vero. Ma moltissimi topi !

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica