Palpeggia 2 ragazzine e compie atti osceni alla fermata del bus: arrestato bengalese

sabato 7 luglio 12:47 - di Greta Paolucci

Ancora un crimine sessuale commesso da un malvivente d’importazione. Ancora una “risorsa” straniera – tanto cara alla ex presidente della Camera, Laura Boldrini, che così definì gli immigrati arrivati in massa nel Belpaese – fermato mentre prova a paleggiare due ragazzine, e mentre, dopo essere stato respinto a fatica, si abbandona in pubblico ad atti di autoerotismo, urlando i nomi delle minori che ha provato a molestare. Ancora un piccolo centro, fino a poco tempo fa un’oasi felice non ancora del tutto contaminata da frequentazioni pericolose, la cui sicurezza viene messa in discussione dalla presenza di uno straniero molesto…

Bengalese arrestato: ha molestato 2 minori alla fermata del bus e…

L’allarme, per fortuna, è scattato praticamente subito, e i Carabinieri della Stazione di Barano d’Ischia sono così potuti intervenire tempestivamente, riuscendo a dare esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare ai domiciliari emessa dal GIP di Napoli per violenza sessuale e atti osceni a carico di S. K., bengalese, 30enne, residente a Barano. Il provvedimento cautelare è scattato dalla denuncia delle 2 minorenni, una del 2001 e l’altra del 2003, che hanno avuto il coraggio di denunciare quanto da loro subito: e cioè pesanti tentativi di palpeggiamento da hanno hanno dovuto difendersi prima che il 30enne cominciasse a esibirsi in atti di autoerotismo a una fermata di bus, richiamando i nomi delle giovani vittime, riecheggiati in strada per il comune ischitano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica