Nomade beccata a rubare, continua a frugare nei cassetti tra le urla di chi l’ha scoperta

sabato 7 luglio 14:31 - di Chiara Volpi

Proprio una mani di velluto non deve essere stata se è stata beccata nell’esercizio delle sue funzioni e denunciata a suon di urla da alcuni residenti di un palazzo che, sorpresa la nomade 51enne – recidiva e con precedenti – hanno preso a urlare, richiamando a suon di grida e di improperi l’attenzione degli stessi proprietari dell’appartamento preso di mira dalla ladra agé, in quel momento al piano di sopra.

Pisa, nomade recidiva beccata a rubare

Naturalmente, su segnalazione di alcuni cittadini che hanno prontamente chiamato il 113, gli agenti delle volanti della Questura di Pisa sono tempestivamente intervenuti arrestando la nomade sorpresa, a quel punto, dagli stessi proprietari all’interno del loro appartamento in via di Oratoio. Come spiegato in apertura allora, il proprietario della casa, che si trovava al piano superiore dell’abitazione, è sceso al piano inferiore perché richiamato dalle urla di una vicina che aveva sorpreso la ladra, 51enne, mentre entrava nell’appartamento del suo vicino e cominciava a frugare tra i cassetti e gli effetti personali e che, incurante dell’allarme lanciato tra le urla dalla donna, continuava a depredare qualcosa cosa gli capitasse a tiro. Per questo, richiamati da quel frastuono, due cittadini hanno bloccato la donna e hanno chiamato subito il numero di emergenza 113 che ha inviato la volante più vicina per procedere all’arresto della nomade, che è risultata condannata per precedenti reati. La ladra è stata condotta alla casa circondariale Don Bosco in attesa di udienza per direttissima, neutralizzata per il momento. Almeno fino alla prossima volta?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica