Migranti, in 100 accolti da Francia e Malta. Salvini: “L’Italia non più un colabrodo”

domenica 15 luglio 10:43 - di Augusta Cesari
ragazzo ucciso a roma

Sulla questione migranti arrivano i primi sì dall’Europa. Grazie alla compattezza del governo, qualcosa si sta muovendo anche se la partita è ancora lunga e molti osservatori ritengono si tratti di una “vittoria di Pirro” . Per ora cento migranti saranno accolti da Francia e Malta. Per il momento. Ne restano 350 da collocare tra coloro che sono a bordo delle nostre navi militari. Il primo round è stato “vinto” dall’Italia dopo lunghe trattative in europa. Presto, ha fatto sapere su Facebook il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, “arriveranno anche le adesioni di altri Paesi europei”. L’Italia non è più sola. La prima partita portata a buon fine dal governo Conte non è trascurabile, anche se la partita definitiva è tutta da giocare.

La lettera di Salvini al “Corriere”

Intanto “Non siamo più un Paese colabrodo”, rivendica il ministro degli Interni, Matteo Salvini, in una lettera pubblicata dal Corriere della Sera in cui replica a quanto scritto sul quotidiano dal vicedirettore Antonio Polito, in particolare, riporta Salvini, che “il sottoscritto abbia subìto ‘il primo smacco della campagna d’estate’ nell’affaire della nave Diciotti”, a proposito del quale il titolare del Viminale aggiunge: “Avrei preferito delle misure più severe fin da subito? Certo. Ma non dipendevano, come è noto, dal ministro dell’Interno”. “Lo stesso Polito mi riconosce ‘l’indiscutibile merito’ di aver scosso l’ipocrisia europea. L’ultimo risultato sono i cento immigrati che volevano arrivare in Sicilia e che Francia e Malta hanno accettato di accogliere”, rivendica ancora Salvini che ribadisce poi di voler proseguire l’azione sul fronte migranti secondo le linee già più volte indicate e “soprattutto – scrive – anticipo l’intenzione di presentare un ‘Decreto Sicurezza’ che, tra le altre cose, affronterà il tema dei cosiddetti profughi-vacanzieri. Parliamo degli stranieri che scappano dal loro Paese ma vi tornano per le ferie (eppure gli abbiamo concesso la protezione: è normale?!)”. Comunque “il ministro dell’Interno non può e non deve occuparsi solo di immigrazione. Il mio principale obiettivo è la lotta senza quartiere alla grande criminalità organizzata. Per questo passerò il Ferragosto in Calabria, con il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica”, sottolinea Salvini nella lettera.

Anche la Germania accoglierà 50 migranti

Altro  risultato ottiene l’Italia nella tarda mattinata. Anche la Germania, dopo Francia e Malta, farà la sua parte riguardo ai 450  trasbordati su due navi militari. A quanto si apprende da fonti di governo, la Germania ne accoglierà altri 50. Per l’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, si tratta di “un successo”.

“È un risultato importante” avere trovato un accordo con gli altri Stati dell’Unione per una redistribuzione dei migranti trasbordati dal barcone al largo di Linosa. Una decisione arrivata, ha detto Conte, “dopo ore frenetiche di scambi telefonici e scritti che ho avuto con tutti i 27 leader europei”. A palazzo Chigi non nascondono la soddisfazione per il risultato: da una parte, quindi, Conte ha ottenuto l’ok del primo ministro maltese Joseph Muscat a partecipare alla redistribuzione dei migranti. Dall’altra, la disponibilità della Francia a prendersi carico di una quota arriva dopo uno scambio di messaggi con Emmanuel Macron. Ora il sì della Germania.

“Finalmente l’Italia è ascoltata”, ha detto Conte. In questo momento le due navi si trovano una nella rada del porto di Augusta e l’altra in quello di Pozzallo. E Salvini ha accolto così l’epilogo di questa odissea: “Due buone notizie. La Procura di Trapani ha confermato l’arresto di due immigrati sbarcati ieri dalla nave Diciotti per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Grazie. Dei 450 immigrati su due navi al largo delle coste italiane, Francia e Malta hanno accettato di accoglierne 50 a testa, e altri Paesi faranno lo stesso. Bene. Volere è potere, io non mollo”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • claudio 16 luglio 2018

    Si, la ricollocazione è un primo passo ma non bisogna accettare più nessuno che non ne abbia il diritto, l’Italia non deve dare il consenso alle proprie navi di soccorrere alcuno oltre ad impedire l’attracco a qualsiasi altra nave che abbia a bordo clandestini. Respingimenti e blocco navale ha ragione Giorgia!

  • Vittorio Michele Mura 16 luglio 2018

    HANNO PIENAMENTE RAGIONE LE NAZIONI DEL PATTO DI VISEGRAD CON ORBAN IN TESTA. IL PROBLEMA NON E’ LA RIDISTRIBUZIONE TRA STATI EUROPEI DI QUELLI CHE PURTROPPO CONTINUANO A PARTIRE ED ARRIVARE, MA IMPEDIRNE LE PARTENZE IN TUTTI I MODI. NON ESISTONO POI DIFFERENZE TRA QUELLI PROVENIENTI DA PAESI IN GUERRA O DA CARESTIE O IMMIGRATI ECONOMICI, SONO TUTTI DA ASSISTERE NEI LORO PAESI MA CON LA LORO COLLABORAZIONE ED IMPEGNO A MIGLIORARSI E PROGREDIRE, NON E’ FUGGENDO PER ESSERE ACCOLTI ED ASSISTITI CHE RISOLVERANNO LA SITUAZIONE. CON LA RIDISTRIBUZIONE SI CREANO ASPETTATIVE ED ILLUSIONI CHE L’ACCOGLIENZA BENE O MALE CI SARA’ E QUINDI CONTINUERANNO A PARTIRE.

  • alfonsa 16 luglio 2018

    BASTAAAAAA! SALVINI CI AVEVI PROMESSO UN’ITALIA LIBERA E DEPURATA,ti sei addolcito non va bene. Non vogliamo più alcun extracomunitario sul nostro suolo.La tua politica non mi convince come prima ,gli italiani ti hanno dato mandato ,adesso onoralo

    • Angela 16 luglio 2018

      Ma guarda che non è solo lui a comandare,deve dare conto al ministro dei trasporti,a quello degli esteri e così via,se fosse per lui occherebbe tutte le navi,ma glielo impediscono di fare ciò che vuole fare,in ultimo è intervenuto persino Mattarella per far attraccare la nave al porto con gli immigrati, nonostante Salvini avesse detto di no.

  • paolo 16 luglio 2018

    Qualcosa finalmente si muove nel versogiusto

  • Giovanni Vuolo 16 luglio 2018

    UN PANNICELLO CALDO, MA LA VERITA’ E’ CHE GRAN PARTE CONTINUERANNO A STARE IN ITALIA, ED IN QUESTO MODO LA MIGRAZIONE SARA’ ANCORA PIU’ INCENTIVATA. INFATTI I MIGRANTI RAGGIUNGERANNO PIU’ FACILMENTE IL LORO OBIETTIVO, CHE E’ SI’ L’ITALIA, MA SOLO IN PRIMA BATTUTA, POICHE’ MOLTI SPERANO DI ESSERE COLLOCATI IN ALTRI PAESI D’EUROPA. BISOGNA INVECE ADERIRE ALLA LINEA DEI PAESI DEL PATTO DI VISEGRAD, E NON CONSENTIRE A NESSUN CLANDESTINO DI METTERE PIEDE NEL NOSTRO PAESE, E NEL NOSTRO CONTINENTE, AFFLITTO E MARTORIATO DAL VENTO UTOPICO DEI BUONISTI.

  • Fabio 16 luglio 2018

    Bravi al 50%, il successo sarebbe non farli partire, no redistribuirli in europa! Passatemela ma… Cechi hanno visione più ampia… Aiutiamoli a casa loro è il concetto che deve essere spinto di più.

  • eddie.adofol 16 luglio 2018

    Grazie Salvini ma ancora non ci siamo devi cercare di fare come DICE la Meloni un blocco NAVALE DAVANTI ALLA LIBIA solo così riuscirai fermare questa invasione voluta dal PD – VATICANO e da SOROS e GRAZIE ANCORA X QUELLO CHE POTRAI O TI PERMETTERANNO DI FARE. FORZA e VAI AVANTI.

    • Angela 16 luglio 2018

      Ma secondo te,il blocco navale glielo faranno fare i 5*?fosse per lui lo avrebbe già fatto,ma sai quanti pentastellati ex sinistrini si metteranno di traverso per sbarrare la strada a Salvini anziché agli immigrati?

  • 15 luglio 2018

    100 accolti è un numero insignificante…viva la Sovranità

  • Francesca 15 luglio 2018

    Se questi individui venissero controllati ,la maggior parte di loro non risulterebbe provenire da un paese in guerra, quindi niente diritto d’asilo. Riportarli al paese di provenienza. Non posso fare a meno di esprimere disprezzo nei confronti di coloro che, per interesse non si fanno scrupoli di rovinare l’italia.

  • carlo 15 luglio 2018

    Forza Matteo siamo tutti con te sei un grande e la lega anche se i magistrati di sinistra cercano di affondarla arriverà al 50%

  • Pino1° 15 luglio 2018

    Non sembra vero ! Vero? maledetti PC/DEM/Berlusca o qualunque altra spazzatura siete o state per diventare; Vero Gentiloni, Naloletano, Mattarella, Vero?
    La ringrazio On. Ministro Matteo Salvini, andare avanti con la difesa legittima ! La revisione delle attribuzioni/competenze dei Prefetti !

  • Lorenzo Argentino 15 luglio 2018

    Il problema non è tanto la redistribuzione, perché poi francia e malta li rimandano in africa,ma è il respingimento. .Non ne devono arrivare più. Ha ragione la Meloni ci vuole il blocco navale.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica