L’ultimo sms: “Amore, torno a casa”. Ritrovato morto in un dirupo il 18enne di Anguillara

sabato 21 luglio 13:15 - di Leo Malaspina

È stato trovato morto Matteo Barbieri, il ragazzo scomparso nella notte tra l’11 e il 12 luglio dopo aver finito il turno di lavoro come cameriere in un ristorante al quartiere Balduina, a Roma. Il corpo è stato rinvenuto al chilometro 4 della Via Braccianese, accanto alla sua moto. A questo punto appare molto probabile l’ipotesi dell’incidente stradale: il giovane stava infatti tornando a casa ad Anguillara Sabazia. Sul posto sono intervenuti i poliziotti del Commissariato Flaminio, che hanno identificato il 18enne, oltre ai vigili urbani e i Carabinieri che indagavano sulla sua scomparsa. Il ritrovamento coincide con un avvallamento della Braccianese, dopo il bivio de La Storta, alla periferia Nord di Roma. Accanto c’era la sua Honda 500, con la quale tornava a casa, ad Anguillara, tutte le sere dopo aver lavorato in un ristorante in zona Balduina, nella Capitale, dove vivono i genitori. La fidanzata Diana è stata l’ultima persona a sentire Matteo. «Mi ha mandato un sms alle 00.36 scrivendomi che aveva finito di lavorare e tornava a casa». Ma ad Anguillara il ragazzo non è mai arrivato, svanendo nel nulla. I genitori di Matteo, Maria e Angelo, che vivono nel quartiere Balduina di Roma, per giorni hanno cercato, coinvolgendo amici e conoscenti, di far girare foto di Matteo e di trovare qualche traccia della sua moto. Ma tutti i tentativi si sono resi vani, anche l’appello alla trasmissione Chi l’ha visto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica