Il deputato velista accusa i grillini: «Mi hanno usato, io sono una persona leale»

sabato 28 luglio 12:00 - di Monica Pucci

Dopo la bufera che lo ha investito per le mancate presenze in Parlamento, le dichiarazioni rilasciate in un’intervista, e la successiva espulsione dal gruppo parlamentare del M5S, il deputato velista Andrea Mura si difende e contrattacca. «Il Movimento ha usato la mia popolarità di sportivo e di velista internazionale per vincere la campagna elettoraleuninominale contro un avversario fortissimo: l’ex governatore della Sardegna Cappellacci di Forza Italia” scrive Mura su Facebook. A fronte di un’accusa gravissima e totalmente falsa dello stesso Cappellacci – l’avversario politico da me pesantemente battuto alle elezioni – il Movimento non solo non mi ha difeso ma non mi ha nemmeno consultato, scaricandomi in meno di due ore», si legge nel post. Mura rivendica di aver “assunto e portato avanti il mandato di parlamentare con la massima serietà e nel pieno rispetto delle istituzioni. Ho partecipato alla stragrande maggioranza delle sedute della Camera. Sono mancato ad alcune sedute per lavorare sul territorio. Ad esempio, per risolvere i problemi burocratici che hanno bloccato l’apertura della base nautica di Cagliari, scelta da Luna Rossa per la prossima sfida di Coppa America. Un evento importantissimo, non solo per lo sport ma per l’economia italiana e della Sardegna”.

«E voglio smentire un’altra fake news – conclude – la mia barca è ferma a Cagliari da settembre scorso, tutti lo possono verificare. Lo sport e il mare mi hanno insegnato la lealtà, l’impegno e il sacrificio. Questi sono i valori a cui mi sono sempre ispirato, purtroppo non sono i valori di tutti».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Angela 29 luglio 2018

    Mah! No comment…che è meglio.

  • Francesco Desalvo 29 luglio 2018

    Anche nelle recenti riprese Camera e Senato erano semivuoti, ed anche nel semicerchio grillino.
    Perché non si mettono tutti fuori partito?
    Se veramente Andrea Mura era a Cagliari contro la burocrazia in favore di Luna Rossa che è un vanto nazionale, ed alla Camera si stavano girando i pollici in attesa di decisioni dell’oligarchia Di Maio-Salvini, e quindi non c’era da votare, ha ragione lui.
    Ma è tipico dei ***** trascurare le cose serie, nel suo piccolo Luna Rossa, ed in grande Ilva, Tap e la Tav.
    Esempio: Toninelli dice che deve fare i conti costi/benefici per la Torino-Lione.
    Un caso fra mille: Se ci fosse la Tav intera da Palermo (con le gallerie sotto lo stretto, non col ponte) fino a Parigi come c’è già dalla Spagna, le arance siciliane potrebbero giocare alla pari con quelle spagnole. Così per la totalità dei beni in circolazione.
    E Toninelli dice che il volume di traffico fra Francia ed Italia è in diminuzione. Intelligente!! Se l’attuale galleria ha un volume limitato di traffico ed occorre trasportare con i Tir, non gli è chiaro che siamo fuori concorrenza, e quindi il traffico diminuisce a favore di Spagna e Germania che sono collegate direttamente? E poi tutti i Tir in movimento per smaltire il traffico (sia pure in diminuzione) non inquinano cento volte più di Taranto? Se ci fosse la galleria sparirebbero.
    Toninelli è al corrente che in galleria la trazione sarà elettrica?

  • ADRIANO AGOSTINI 29 luglio 2018

    E come no! te ne vai in barca anziché in Parlamento!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica