Vos Thalassa, minacciato l’equipaggio italiano. Tentato sequestro della nave

martedì 10 luglio 11:42 - di Augusta Cesari
NAVE_DICIOTTI_GUARDIA_COSTIERA_SALVINI

La vicenda che ha portato al trasbordo dei migranti dalla Von Thalassa alla nave Diciotti della nostra guardia costiera sta assumendo i contorni molto gravi di un tentato sequestro della nave italiana da parte dei migranti che erano a bordo. Ora è in navigazione verso Nord la nave  intervenuta prendendo a bordo i migranti soccorsi dal rimorchiatore battente bandiera italiana, Vos Thalassa. Come ricostruito dalla stessa guardia costiera, «dopo aver avvistato un barchino in procinto di affondare nelle acque internazionali prossime alle piattaforme petrolifere» dove opera, la Vos Thalassa «ha soccorso i 67 migranti a bordo, di cui 58 uomini, tre donne e sei minori». Il comandante della nave, in diverse comunicazioni anche via mail alla centrale operativa della guardia costiera a Roma, ha segnalato «una situazione di grave pericolo per la security della nave e del suo equipaggio, composto da 12 marittimi, tutti di nazionalità italiana» a causa degli «atteggiamenti minacciosi nei confronti dell’equipaggio stesso da parte di alcuni migranti, all’arrivo in zona della guardia costiera libica“. Alla luce della situazione e a seguito di ulteriori comunicazioni tra il comandante del Vos Thalassa e la centrale operativa della guardia costiera, sottolinea la stessa guardia costiera, «si è reso necessario far intervenire nave Diciotti, a tutela dell’incolumità dell’equipaggio del rimorchiatore battente bandiera italiana, che intanto dirigeva verso nord».

La Nave Diciotti, in una cornice di sicurezza garantita da un proprio boarding team e da un elicottero della Marina Militare, ha preso a bordo i migranti. Accertate le buone condizioni di salute dell’equipaggio, la nave Vos Thalassa ha potuto riprendere la navigazione per ritornare alle proprie ordinarie mansioni commerciali. Il personale della nave Diciotti, osserva la guardia costiera, ha già adottato le prime azioni volte al riconoscimento dei migranti e ad individuare i responsabili dei disordini a bordo, al fine di assicurarli alla competente autorità giudiziaria italiana.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 13 luglio 2018

    Nessun commento…. qualsiasi cosa scriva….. mi linciano, specialmente quelli dell’anpi ( sarebbe il loro sogno ). Ma presto o tardi ne rivedremo ” un’Altro,” e allora rideremo, basta aspettare, quando il bicchiere tracimera’.

  • GENNARO TERMINE 11 luglio 2018

    ANDAVANO RIBUTTATI IN MARE, ALTRO CHE SALVARLI, ‘STI PREPOTENTI INVASORI DELL’ITALIA !!!! E CHE TACCIANO I SINIS***** , CHE OSANO BLATERARNE ACCOGLIENZA !!!!

  • Angela 11 luglio 2018

    Ma vi rendete conto?questi immigrati vengono salvati e una volta accortosi che li si stava riportando in Libia hanno incominciato a minacciare l’equipaggio italiano….questa sarà una bella lezione e insegnerà agli italiani di farsi gli affari propri una volta per tutte,basta salvarli,chi non parte non muore…e se parte lo fa a suo rischio e pericolo…perché la tv non ha strombazzato la notizia con il clamore enfatizzato come fa ogni volta che è invece un italiano a non comportarsi bene con un immigrato solo perché è esasperato?due pesi e due misure?Vai Salvini cacciali tutti…ridona l’Italia agli italiani.

    • Massimo 12 luglio 2018

      invece non insegnerà proprio niente perche i buonisti proprofit,continueranno a dire che il comportamento ostile dei “naufraghi”,è dovuto alla paura di essere riportati al loro paese,dove c’è la guerra. Se scoppiasse una guerra nel mio paese,sicuramente resterei a difenderlo,rischiando di schierarmi dalla parte “sbagliata”….. ma resterei a combattere!!!!

  • Gianni 11 luglio 2018

    SALVINI SEI TROPPO BUONO , CI PROVERANNO IN TUTTI I MODI, CON LA COMPLICITA” DEI TRADITORI SINISTROITI ITALIANI FATTE RISPETTARE , IL POPOLO ONESTO STA CON TE?

  • Pompeo 11 luglio 2018

    Su certe tematiche l’ambiguità Dei 5s va stroncata in modo risoluto e che non ammette repliche tanto meno istituzionali,altrimenti è meglio far saltare subito il banco ed andare a nuove elezioni

  • GENNARO TERMINE 11 luglio 2018

    E’ VERAMENTE IL COLMO : SALVINI E TUTTO IL GOVERNO STRONCHINO RISOLUTAMENTE
    SI’ DELINQUENZIALI ATTEGGIAMENTI E RISPEDISCANO IN LIBIA TUTTO IL CARICO M***** E FACINOROSO !!!!! E CHE NON SI ABBIA A RIPETERSI TANTO URTANTE E SCABROSA VICENDA !!!!!

  • Antonio 11 luglio 2018

    Se qualcuno ha ancora dubbi sulle navi delle ONG si vada a leggere su Italia Oggi le dichiarazioni del Direttore di Frontex, Leggeri, e del giornalista francese Girard che, tra l’altro, ha sconfessato quel losco individuo che è Macron. Dalle dichiarazioni si evince che le navi ONG raccolgono i migranti per lo più clandestini d’intesa con i trafficanti libici e per lucro, altro che umanità.

  • alberto 11 luglio 2018

    Se minacce, teste di cuoio e sparare arrestando i terroristi rimasti! Poi immediato rimpatrio!

  • Silvia Toresi 11 luglio 2018

    Salvini non vuole navi di nessun tipo che trasportino migranti, è il M5s che accetta le navi italiane.

    • Angela 11 luglio 2018

      È verissimo,fosse per Salvini ,non vedremmo un miigrante nemmeno da lontano, purtroppo deve dar conto a Toninelli e a quell’altra Trenta(di sicura estrazione comunista)…

  • paolo 11 luglio 2018

    Salvino viene frenato non avendo poteri assoluti

  • Giovanni Vuolo 11 luglio 2018

    SAREBBE ORA DI CHIUDERE I PORTI A TUTTI, SENZA DISTINGUO.LE NAVI ITALIANE DEVONO PRESIDIARE LE NOSTRE COSTE, NON ANDARSENE PER I MARI A RACCOGLIERE MIGRANTI. ORMAI LA NOSTRA PARTE L’ABBIAMO AMPIAMENTE FATTA; ORA TOCCA AGLI ALTRI.

  • Lorenza ceccaroni 11 luglio 2018

    Il capitano della diciotti a processo subito. Non hanno ancora capito che ORA le nostre navi devono essere a difesa del nostro territorio, non sono più taxi per far scorrazzare nel mediterraneo tutto quelli che vogliono cambiare aria. Sinistre varie, ong, ecc ecc che la lista è lunga:,avete lucrato wuanto avete voluto e poi lasciato il marcio sulle nostre spalle, perché siamo poi noi gente del popolo a pagare tutto e a sopportare tutto. Io mi fido di salvini, ma se continuano a mettergli i bastoni tra le ruote non può governare. Chi non rispetta gli ordini del nuovo governo e li boicotta deve essere processato per alto tradimento, perché questo è. Guardate che la gente è stufa marcia e ha votato per il cambiamento, ma se questo non avviene stavolta si ergono le picche.

  • Simonetta 11 luglio 2018

    In galera ma non in Italia

  • Vale 11 luglio 2018

    Questa gente non deve approdare in Italia deve essere riportata subito indietro. Salvini mi sa che qualcosa non comincia a funzionare. Le nostre navi non devono soccorrere nessuno, le nostre navi devono difendere i nostri mari e respingere questa gente.

  • Rodolfo Ballardini 11 luglio 2018

    Non ho parole. E’ uno schifo istituzionale. Ci vorrebbe un ribaltone.

  • franco 11 luglio 2018

    Matteo SVEGLIA. Questo branco di maiali ti sta fregando. Il barchino stava affondando? E dove sta il problema. Attenzione caro Matteo che il nostro umore cambia velocemente, anche nei tuoi confronti

  • nF 11 luglio 2018

    Il mal cercato non è mai troppo, era una situazione creata intenzionalmente dalla nave privata italiana e se la dovevano gestire da sè. Comunque ho forti dubbi sulle effettive e reali minacce dei profughi sull’equipaggio e sulla nave.

    • Max 11 luglio 2018

      A NF PER FAVORE NON DICIAMO C***** QUÎ ILBISNESS DI M….A L’HANNO CREATO AD ARTE I CORRUTTORI LIBICI CON I CORROTTI MAFIOSI ITALIANI CHE ABBIAMO CAPITO DA 1 SECOLO CHI SONO…I CARI FARNETICANTI CHE STAVANO AL GOVERNO PRIMA DI SALVINI,VISTO I MILIONI CHE HANNO TRA VITALIZI E QUANT’ALTRO…ALTRO CHE DISPERATI QUESTI SONO DEI FIGLI DI P****** GESTITI APPOSTA DA QUESTO SISTEMAAA E NON DEVONO SBARCARE DA NESSUNA PARTE IN ITALIA PERCHÉ SONO DEI FOTTUTI B****** PUNTO E BASTA

  • Antonio 11 luglio 2018

    Tanto vale andare a cercare galeotti per tutti gli stati afro-europei.. visto che li caricano in libia che sono già terroristi comprovati.. SIAMO NELL’ASSURDO PIU ASSURDO ILLOGICO IRRAZIONALE DELIRANTE…

  • Antonio 11 luglio 2018

    Dunque fatemi capire… 67 migranti abusivi, di cui 64 maschi… questi vanno a caricarli in libia dopo che il ministro dell’interno chiude alle ong e navi EU..
    Questi attentano di sequestrare la nave che li dovrebbe aver salvati, e questi che fanno?? proseguono verso L’ITALIA??? bene bene cosí.. adesso dobbiamo far arrivare anche quelli che commettono crimini in acque libiche o internazionali… una vera e propria estradizione..

  • Carla Sigismondi 10 luglio 2018

    IN BALÌA DEI PIRATI !!!

  • Msrvo 10 luglio 2018

    Mi arrendo adesso a che la marina psrteggia per i delinquenti Africani. SALVINI per caso la situazione ti st à sfuggendo di mano? NON LI VOIAMO E SE TU LI ACCETTI NON VOGLIAMO PIÙ NEANCHE TE!

    • Enzo 11 luglio 2018

      Non volendo più Salvini rimane il vuoto,oltre la Meloni col cinque per cento,i cinque stelle vediamo che Fico è capo di una corrente comunista e non permetterebbe mai il blocco dei porti.

  • Elisabetta Giordano 10 luglio 2018

    Questi cominciano a fare i delinquenti già prima di arrivare, figuriamoci cosa faranno una volta sbarcati!! Basta, non se ne può più!! Non li vogliamo in Italia, altro che magliette rosse del piffero, questi DELINQUENTI vanno sbarcati nuovamente in Libia o, se proprio, buttati in mare, almeno tolgono il disturbo una volta per tutte!! Come si dice, a mali estremi, estremi rimedi!! È in Italia siamo già in una condizione di male estremo, con questi invasori che delinquono da nord a sud, portando nel nostro Paese solo degrado, sopraffazione e illegalità!!

  • Daniele 10 luglio 2018

    Altro che migranti pacifici, questi gia’ partono con l’idea e l’intenzione di venire a fare casino? La prossima volta lasciateli ai libici, che con loro sono mansueti!

  • Laura Prosperini 10 luglio 2018

    la vos thalassa era in acque Libiche ed i Libici stavano arrivando!!!!
    qual’era, dunque, il compito della nave Diciotti?
    garantire la sicurezza in arrivo dei Libici??
    perché allora hanno fatto “gli scafisti”? perché i chiamiamoli migranti stavano per affogare???
    se erano così in difficoltà come mai hanno, invece, seriamente minacciato ed aggredito l’equipaggio a bordo della Diciotti?
    Il capitano della Diciotti a processo; deve dirci come mai non si è attenuto a quanto era il suo dovere, perché era in acque Libiche e perché ha sostituito la Marina Libica??!!??
    da chi prendeva ordini???
    Espellere, infine, tutti ma proprio tutti i PIRATI che hanno tentato d’impadronirsi di una nave Italiana e condannare il capitano

    • Fabrizio 10 luglio 2018

      Non ha capito nulla di quanto scritto sopra complimenti

  • Pino1° 10 luglio 2018

    La Vos due anni fa raccattò oltre ottocento uccelli migratori ! Non sono nuovi ad azioni di ‘libera imprenditoria’ d’altro canto provengono da antichi commercianti del mare ! Volendo accettare per buone tutte le loro affermazioni, chi metterebbe a rischio un naviglio specializzato in appoggio a piattaforme petrolifere di proprietà del suo datore di lavoro caricandosi a bordo sconosciuti nella misura di 5 a uno?? A proposito, di chi sono le quote azionarie retrostanti la parte finanziaria della soc. armatrice? Nel mare antistante la libia (chi c’è stato) se ne vedono tante di piattaforme! Se è una nuova pensata dei trafficanti di uccelli migratori da ora in poi ci sarà caldo intorno alle piattaforme! Datevi una regolata, incauti comandanti di battelli d’appoggio alle piattaforme, diverrete facili soccorritori da soccorrere!
    Il soccorso si fa anche segnalando e restando in prossimità ma non a breve con gli avvistamenti in attesa della costiera di competenza! Altre iniziative, come si vede, sono molto rischiose! O azzardate!
    Io provvederei sulla diciotti l’arrivo di forza d’intervento da contenimento e restituzione ai soccorritori libici
    dei transumanti!

  • Anto 10 luglio 2018

    Ma che commento dovrei lasciare, siamo stanchi di queste situazioni, bisogna smettera con questi finti profughi che scappano dalla guerra, e poi i minori da chi sono accompagnati, dove sono i genitori di questi minori, ma veramente tutti sti bonisti che hanno indossato la maglietta rossa per l’accoglienza crddono che questi scappano dalla guerra. No non scappano dallaguerra, ma vengono a farci guerra, ricordatelo, un giorno piangerete per tutto questo vostro bonismo, se non proprio voi ma chi per voi.

    • Roberto 11 luglio 2018

      Sono d’accordo !!!!

    • Roberto 11 luglio 2018

      Piangeranno i nostri figli ed i figli dei nostri figli…..stiamo lasciando loro il peggio del peggio…..ed al peggio non c’è mai fine !!!!!

  • Franco Cipolla 10 luglio 2018

    No, no…alla giustizia libica.
    La prossima volta lasceranno i salvataggi alle autorita’ competenti. Ora il rimorchiatore Italiano va sanzionato per essere entrato in acque Libiche ed aver cosi infranto le leggi, favorendo i mercanti di uomini.
    Arrivano donne incinte che partorendo sul suolo Italiano creano le basi per l’immigrazione pilotata. I radical chic di questa ceppa, sono la rovina dell’Italia, e tutta questa benevola predisposizione al consenso dell’immigrazione a prescindere e’ una testimonianza della loro lurida e vomitevole ipocrisia.

  • Alf 10 luglio 2018

    Assicurarli alla competente autorità giudiziaria italiana? e per farci cosa? Per far rimettere in libertà questi assassini? Non era meglio lasciarli alla guardia costiera libica? Mhh penso proprio ad una deliberata scusa per poterli portare in itaglia.

  • Gio 10 luglio 2018

    delinquenti già a bordo della nave, figuriamoci quando arrivano qui…ogni carico di africani significa spaccio, stupri, rapine, degrado e tasse per i contribuenti italiani. E qui c’è pure chi si mette la maglia rossa per far entrare questa feccia…

  • gianni 10 luglio 2018

    date ai migranti una maglietta rossa e anche dei telefonini ultima generazione e poi a casa di LINUS

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica