Gasparri: il governo non è una passeggiata, si tenga la barra dritta

domenica 1 luglio 17:28 - di Giovanni Trotta

Se la rivoluzione non è un pranzo di gala, il governo non è una passeggiata. Emergono, come era facile prevedere, le prime crepe nell’alleanza giallo-verde. Sulla famiglia la linea è quella giusta del Ministro Fontana o quella dei gay pride che si moltiplicano con benedizioni governative in giro per l’Italia? Non parliamo poi dell’immigrazione dove il contrasto all’interno dei grillini emerge con grande forza”. Lo dichiara il Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia. “Ci auguriamo che Salvini sappia tenere la barra dritta per chiudere davvero i porti, non solo alle Ong, ma anche ai taxi di stato di Marina e Guardia Costiera – sottolinea Gasparri – . Altri contrasti sull’economia, sui voucher, sulle coperture delle promesse economiche che il Ministro Tria ha già detto non esserci. Il ruolo di Forza Italia è quello di essere schierata in campo per un coerente sostegno al programma del centrodestra, per quanto riguarda la sicurezza, il contrasto all’immigrazione, la difesa della famiglia, le imprese, le tasse e il lavoro. Con iniziative assunte in Parlamento. Per far vincere la linea della coerenza”. C’è ormai una larga maggioranza di centrodestra in Italia. E questo dato di fatto dovrà tradursi il prima possibile in un governo del Paese. Adesso sta a noi, cogliendo le contraddizioni che emergono con chiarezza, far vincere le proposte giuste, quelle che difendono la sicurezza degli italiani e che mettono in primo piano la famiglia. C’è chi tra i grillini fa gli stessi errori del Pd, che inseguendo cause sbagliate ha perso la sintonia con il Pese”, conclude Gasparri.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica