Franca Leosini: «Chi si trova un ladro in casa ha il diritto di sparare»

martedì 31 luglio 13:16 - di Angelica Orlandi

Il dibattito sulla legittima difesa è molto sentito dagli italiani. Franca Leosini è una voce equilibrata, ascoltata, apprezzata. Intervista dal quotidiano “Libero” entra nel vivo di una questione molto delicata su cui il dibattito politico ribolle. Le sue sono parole molto dirette, di buon senso, in linea con la maggior parte degli italiani. Ma probabilmente strideranno con il sentire diffuso tra la sinistra buonista. «Credo che chi si ritrovi un ladro in casa e spari, abbia il diritto di farlo, specie se in pericolo di vita». Intervistata da Libero Franca Leosini è intervenuta su uno dei temi più caldi delle ultime settimane: la legittima difesa. La Leosini è un’autorità in materia di cronaca giudiziaria. Ideatrice e conduttrice da 24 anni di Storie Maledette, nel suo format di grande successo si confronta spesso con persone che si sono macchiate dei delitti più agghiaccianti. La conversazione tocca un punto preciso, appunto, la legittimità di difendersi in casa propria. «È una questione controversa -ammette – Premetto che avere armi da fuoco in casa è sempre pericoloso (anche se gli omicidi avvengono con le forbici, o i coltelli…). Ma credo che chi si ritrovi un ladro in casa e spari, abbia il diritto di farlo, specie se in pericolo di vita. E l’idea che chi ha sparato per difendersi possa essere processato per omicidio, mi terrorizza. Certo, se il ladro scappa e gli spari alle spalle cambia tutto. Ma in genere mi inquieta la discrezionalità del giudice».

Discrezionalità che secondo la Leosini «è un punto nevralgico». «Io credo nell’autorità giudiziaria e rispetto la legge – afferma – Ma in 24 anni di Storie maledette mi colpisce la disparità di valutazione dei giudici a parità di reato. È vero che i crimini non sono mai sovrapponibili; però non capisco perché a Parolisi che ha ucciso la moglie con 29 coltellate hanno ridotto la pena a 18 anni (le 29 coltellate non sono “crudeltà”) e per Cosima e Sabrina Misseri, che hanno ucciso Sara Scazzi senza premeditazione né vilipendio del corpo, c’è stato l’ergastolo. Sul libero convincimento dei magistrati – conclude – avrei molto da dire…».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • stefano 2 agosto 2018

    OK: ladri e chi casualmente sfondando la porta entra in casa deve uscire disteso

  • salvatore 1 agosto 2018

    sono d’accordo!

  • claudio 1 agosto 2018

    Quanti reati impuniti in nome dell’indipendenza della magistratura e dell’interpretazione (o “interpetrazione”) delle leggi, come qualche fine dicitore ogni tanto dice con convinzione!

  • chicco 1 agosto 2018

    …come diceva Tuco in “il buono, il brutto e il cattivo”: …quando si spara, si spara!… non si parla! Morale della favola: …nelle mura di casa Mia vige la legge del Far West. Della serie: meglio un brutto processo che un buon funerale!

  • Silvia Toresi 1 agosto 2018

    Ha ragione, a volte i giudici prendono delle decisioni discutibili.

  • Aldo Barbaro 1 agosto 2018

    Se finalmente anche i Magistrati pagassero penalmente e civilmente per i loro errori così come tutti i cittadini e finissero i privilegi della casta divenendo tutti eguali davanti alla Legge valuterebbero con più equilibrio e maggiore velocità i casi loro affidati! Fermo restando che la difesa deve essere proporzionata all’offesa e nei limiti del possibile mirata a bloccare l’aggressore ma non ad ucciderlo.

  • Giuseppe Forconi 1 agosto 2018

    La sig.ra Leosini e’ stata chiara e ne condivido i punti. Anche nella mia avanzata eta’ se mi dovessi trovare un ladro in casa e armato…… come faccio ad arrivare ad aprire il cassetto dove conservo l’arma ? Non dimentichiamoci che l’arma va conservata scarica e le munizioni separate. Il bastardo ha tutto il tempo di farmi fuori con coltello o con pistola…. quindi ?? Dobbiamo andare in giro con la colt alla cintura ? Ci sono molte regole e leggi da cambiare. Una giusta sarebbe quella di ripulire il Suolo Nazionale da tutta la feccia che qui’ vive altamente indesiderata. Poi c’e da parlare a quattr’occhi con i giudici e vedere cosa hanno intenzione di fare. Arrivederci in un altro pianeta.

  • Taddei Roberto 31 luglio 2018

    É ovvio nemmeno a dirlo ke difendersi in casa é super legittimo. Solo i buonisti sono cretini nel non capirlo. E come risultato subliminale cé il motivo della esistenza di giudicetti altrettanto cretini. Se poi facciamo la equazione nelle intenzioni darei un premio a chi stende al primo colpo la povera vittima di ladro.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica