Forza Italia avvia il restyling: Tajani vice del Cav e Galliani ai dipartimenti

venerdì 6 luglio 13:14 - di Eleonora Guerra

Antonio Tajani vicepresidente e Adriano Galliani responsabile dei Dipartimenti. Parte da queste due nomine la riorganizzazione di Forza Italia o, come lo definisce un comunicato del partito, «il percorso di rinnovamento annunciato nelle scorse settimane».

La nomina di Tajani al vertice azzurro era attesa da tempo, dopo essere stata congelata per ragioni di opportunità in occasione del primo round di consultazioni al Colle seguite al voto del 4 marzo. Prima del presidente del Parlamento europeo c’era stato solo un altro “vice” del Cav: Giulio Tremonti, tra il 2004 e il 2009. La volontà di Berlusconi, secondo quanto è stato spiegato, è quella di rilanciare la sfida europeista alla Lega salviniana e dare un segnale chiaro sulla forte connotazione moderata e liberale di Forza Italia, che diventerebbe punto di riferimento per l’area centrista della coalizione di centrodestra. Tajani, si è ragionato in casa azzurra, è la figura giusta per smarcarsi dall’alleato Matteo Salvini su temi strategici come l’euro e l’emergenza immigrazioni.

All’incontro che ha sancito la riorganizzazione del partito hanno partecipato i capigruppo forzisti di Montecitorio e Senato, Mariastella Gelmini e Anna Maria Bernini, la vicepresidente della Camera, Mara Carfagna, Niccolò Ghedini, Giorgio Mulè, Licia Ronzulli, Alberto Barachini e Sestino Giacomoni. Oltre alla nomina di Tajani è stata definita anche la nuova organizzazione dei dipartimenti, la cui responsabilità è stata affidata a Galliani. «I nuovi Dipartimenti – è stato spiegato in una nota di Forza Italia – saranno guidati da parlamentari con particolare esperienza tecnica e politica nel settore di competenza (Affari costituzionali, Giustizia, Affari Esteri, Difesa, Politica economica, Bilancio/Finanze, Istruzione, Cultura, Sport, Ambiente, Lavori pubblici, Attività produttive, Lavoro, Trasporti e telecomunicazioni, Affari sociali, Agricoltura, Politiche Ue, Mezzogiorno, Pari opportunità, Professioni, Italiani all’estero, Diritti degli animali e Tutela dei consumatori)». «L’attività dei Dipartimenti sarà integrata dalla Consulta del Presidente, alla quale sono state chiamate a partecipare eccellenze del mondo imprenditoriale, del lavoro e della cultura italiana», è stato chiarito ancora nella nota, in cui è stato specificato che la composizione della Consulta verrà comunicata «quanto prima» e «nei prossimi giorni verranno presentate tutte le altre innovazioni del movimento, compresa la riorganizzazione sul territorio a livello regionale, operata dal responsabile della conferenza dei coordinatori Sestino Giacomoni e con le assemblee provinciali e comunali degli iscritti per l’elezione dei coordinatori locali».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Pino1° 7 luglio 2018

    Restayling ? Hai voglia a rivoltare la gabbana..! Sono stracci vecchi, tarlati, si vede e… si sente pure !

  • giovanni pancari 7 luglio 2018

    TROPPO COMPLICATO !!!!! Non vi basta che vi commento ?

  • giovanni pancari 7 luglio 2018

    Sorry, your comment could not be added due to an AntiSpam error. Make sure that your browser has JavaScript enabled before submitting comments. If problems persist please contact an administrator

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica