Estate, intossicazioni alimentari: decalogo degli esperti per prevenirle

martedì 31 luglio 16:03 - di Redazione

Arriva l’afa: attenzione alla conservazione e all’igiene dei prodotti se si vogliono evitare intossicazioni alimentari. Ogni anno, spiega Barbara Paolini, vicesegretario Adi (Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica), si stima che nei soli Paesi industrializzati il 30 per cento della popolazione sia colpito da una tossinfezione alimentare, con circa 360mila casi di denunce. Parliamo di uno dei problemi di salute pubblica più diffuso nel mondo contemporaneo. «Oggi – ricorda la Paolini – si contano al mondo più di 250 tossinfezioni alimentari che si manifestano con differenti sintomi e causate da diversi agenti patogeni che aumentano con il passare degli anni». Ma chi sono i soggetti più a rischio di infezione da listeria? La lista è lunga: anziani, immudepressi, donne in gravidanza e neonati mentre i focolai di listeriosi sono spesso associati con alimenti pronti al consumo e refrigerati come salumi, formaggi a pasta molle, latte o altri prodotti caseari.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica