Decreto Dignità, Gasparri: «Contro il governo un “plebiscito” di pareri contrari»

martedì 3 luglio 17:41 - di Redazione

«Il primo provvedimento economico del governo è riuscito nell’impresa record di ottenere la contestazione di tutte le principali organizzazioni imprenditoriali». È ironico Maurizio Gasparri sul decreto Dignità appena licenziato dal governo. «Ricordiamo, nei giorni scorsi, – continua Gasparri- gli applausi che erano stati riservati ad alcuni esponenti dell’esecutivo nelle varie assemblee di categoria ma oggi, da Confindustria a Confcommercio, da Confesercenti a molti altri, il giudizio negativo sul primo decreto economico del governo è unanime. Sapevamo che sull’economia ci sarebbero state delle difficoltà per questo governo, non pensavamo che un plebiscito di pareri contrari si sarebbe ottenuto in tempi così rapidi. Anche questo è un record della “nuova fase”».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • uesto renderebbe un bel po di miliaRDI DI ENTRATE FISCALI IN PIù. 5 luglio 2018

    Ritengo comunque che non si possa continuare con il lavoro precario. Una Ditta non può assumere lo stesso lavoratore per molte volte di seguito: Dopo la prima o seconda volta il contratto dovrebbe diventare cintinuativo. Ebbene mi sembra che questa legge metta il paletto di 4 anzichè 5 contratti precari. Mi sembra giusto. <Spewro che nella discussione rimettano anche i voucher per alcuni settori.

  • Prof. Pasquale Montemurro 4 luglio 2018

    Il sig. Gasparri, deve tenere presente che è comunque un “plebiscito della minoranza!”. In democrazia è la “maggioranza” a vincere. Ancora un dimostrazione “ipocrita” da parte di un esponente della coalizione di Centro-Destra! Il PDL si è messo a far opposizione con il PD. CHE DELUSIONE! Dovevano fare i “NEUTRALI!”. SI VERGOGNINO LUI E TUTTI COLORO CHE NEL PDL LA PENSANO COME LUI. QUANDO BERLUSCONI MORIRA’ ANDRANNO IN CRISI DI “ASTINENZA PERENNE!”.

  • NOEURO 4 luglio 2018

    a Gaspà……..e lassa peerde. Tu sei solo un criticatutto. Lasciamo scorrere il fiume dei consensi il fiume ITALIA

  • Carlo Cervini 4 luglio 2018

    Cosa ci si poteva aspettare dai M5S, paleocomunisti d’accanto alla Meduro (detti medurini) un provvedimento della CIGL, diventato legge, contro le aziende private medio-piccole che non creerà nessun posto di lavoro vero, ma favorirà solo licenziamenti e lavoro nero, come la sopressione dei vaucer fatta dai comunisti Diocg.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica