Ciak per “Suburra2”: ecco che cosa si narrerà nei nuovi 8 episodi

lunedì 16 luglio 17:24 - di Redazione

Periferia romana, esterno giorno. Da un fuoristrada nero scendono Aureliano (Alessandro Borghi) e Spadino (Giacomo Ferrara). Da una berlina grigia Sara Monaschi (Claudia Gerini) e il politico Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro). È quest’ultimo a parlare per primo. Quello che abbiamo fatto ieri non è bastato. Adesso serve una cosa più grossa. Ma non a Ostia. Dobbiamo colpire il centro di Roma. Dobbiamo spaventare la borghesia”. “In centro non se po’ fa’ è pieno di guardie e di telecamere”, obbietta il personaggio di Borghi. “Volete entrare negli affari di Roma? Allora dovete fare qualcosa che il giorno dopo stia su tutti i giornali”, insiste Cinaglia. “E che dovemo fa’? ‘Na rapina? Dovemo corca’ qualcuno?”, chiede Spadino. “Di più”, prosegue il politico. “Dovemo amazza’ qualcuno?”, realizza Spadino. “E dovemo anna’ a caso o ce lo dici te?”, aggiunge Aureliano rivolto al politico. “Io un’idea ce l’avrei”, si inserisce il personaggio interpretato dalla Gerini. È uno dei ciak del settimo episodio di Suburra 2 , la seconda stagione della fortunata serie Netflix prodotta da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica