Celentano di nuovo nel mirino dei ladri: uomini incappucciati nella sua villa

martedì 3 luglio 16:29 - di Giulia Melodia

Celentano di nuovo sotto tiro: e ancora una volta la sua villa di Galbiate finisce nel mirino di una banda di malviventi, decisi a depredare il cantautore e a profanare l’intimità della sua casa. Fatto sta che, incappucciati in modo da risultare irriconoscibili alle telecamere, e atletici nello scavalcare le recinzioni che delimitano la proprietà del molleggiato, i malviventi armati di pessime intenzioni sono riusciti a introdursi nel grande parco che circonda la residenza di Celentano. È a quel punto, però, che proprio in prossimità della porta d’ingresso, che sono scattati prevedibilmente tutti gli allarmi che hanno messo in fuga la banda costretta alla ritirata prima dell’arrivo dei vigilanti.

Celentano e la sua villa di Galbiate ancora nel mirino dei ladri

Un episodio che risale all’inizio del mese di giugno, ma sbalzato agli onori della cronaca solo qualche ora fa, quando è trapelata la notizia delle indagini in corso per cercare di identificare gli autori dell’irruzione lampo (e della repentina fuga). L’episodio, secondo quanto filtrato e riferito, tra gli altri, da il Giorno e rilanciato poco fa dal sito Tgcom24, «sarebbe avvenuto in piena notte: una volta che gli uomini hanno oltrepassato i muri di cinta, scrive Il Giorno, è subito scattato il sistema d’allarme e sono intervenuti i vigilantes che presidiano costantemente la proprietà». Aspiranti ladri incappucciati in fuga, ma che non hanno fatto i conti con sofisticati software all’ultimo grido in dotazioni a modernissimi sistemi di sicurezza; tanto è vero che, scrive sempre il Tgcom, «le numerose telecamere a circuito chiuso avrebbero immortalato gli sconosciuti».

Quei due episodi precedenti ora al vaglio degli inquirenti…

Del resto, dopo la spedizione punitiva del febbraio 2017 e un episodio simile registrato anche ad aprile dello stesso anno, quando gruppi di malintenzionati avevano provato a fare irruzione nella residenza di Celentano, inducendo lo stesso cantante a denunciare l’accaduto sul suo blog, è chiaro che il Molleggiato e sua moglie, Claudio Mori, hanno alzato l’asticella del sistema di difesa che ha reso vano quest’ultimo tentativo di effrazione. Un buco nell’acqua, insomma: agli inquirenti resta allora solo da definire se anche quest’ultimo tentativo di furto sia collegato ai precedenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica