Cagliari, “gioiremo ogni volta che si attaccano i fascisti”. Protesta Deidda (FdI)

sabato 28 luglio 13:22 - di Redazione
Ennesimo episodio di intolleranza a Cagliari da parte dei soliti centri sociali, che continuano a minacciare indisturbati. “Siamo stufi di dover commentare questi riprovevoli episodi di stupidità e violenza verbale ma da tempo si è superato il limite. Ancora una volta i sedicenti antifascisti hanno imbrattato Cagliari di scritte inneggianti attentati dinamitardi e solidali con i presunti attentatori della libreria “Il Bargello” di CasaPound  a Firenze dove rimase ferito e menomato un artificiere della Polizia”. Lo ha detto in un commento Salvatore Deidda, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Difesa della Camera dei deputati. Deidda ha proseguito: “Da tempo denunciamo che a Cagliari si tollerano le angherie, le trasgressioni di legge, gli imbrattamenti, le minacce di pochi che vogliono alimentare un odio politico e imporre con violenza il loro malsano pensare. Mi spiace che ancora una volta l’amministrazione comunale del sindacodi Cagliari Massimo Zedda (eletto come indipenente di sinistra, ndr) decida di non vedere, sentire e parlare. Noi esprimiamo ferma condanna, solidarietà incondizionata alle forze di Polizia e dell’ordine”. In un delirante volantino i centri sociali di Cagliari solidarizzavano con gli attentatori dinamitardi, sostenendo che “continueremo a gioire ogni volta che si attaccano i fascisti, e meglio ancora se uno sbirri ficcanaso ci va di mezzo”….

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Massimiliano 29 luglio 2018

    I mezzi per farli tacere ci sono…il questore per esempio potrebbe fare un bel blitz a sorpresa e perquisire questo ”centro sociale”( termine improprio perché di sociale non vi è nulla!!!)…di sicuro dentro non ci troverete il monopoli o il paroliamo…..!!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica