Borgonzoni nel mirino dei media: ecco cosa ha detto veramente sui libri che ha letto

lunedì 2 luglio 16:07 - di Desiree Ragazzi
bambini schedati

Lucia Borgonzoni, sottosegretario ai Beni culturali, è finita nel mirino dei media per aver detto che l’ultimo libro letto per “svago” risale a tre anni fa ed è Il Castello di Kafka. Poi ha spiegato di essere impegnata nella lettura di cose inerenti al lavoro, di avere insomma poco tempo per le letture di evasione. Ma questo tipo di letture evidentemente non fanno testo. Ergo, non fanno cultura. Ed ecco che Lucia Borgonzoni nel giro di poche ora è diventata strumentalmente l’emblema (assieme a Matteo Salvini che da quando è al governo è stato ricoperto di insulti) della Lega rozza e ignorante, che non legge ed è indifferente alla cultura.

Lucia Borgonzoni, il caso

Durante la trasmissione di Radio1 Un giorno da pecora Borgonzoni ha parlato della sua band preferita, i Depeche Mode. Ha raccontato di essere leghista da quando aveva dodici anni («Mia madre, che votava Lega lombarda, mi faceva trovare tutto il “merchandising” su Alberto da Giussano»). A Borgonzoni è stato chiesto anche del suo lavoro come barman al Link. «È un centro culturale, non un centro sociale, realtà per cui a volte viene scambiato. Ma il Link è un’altra cosa…».  Poi incalzata da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, la leghista ha confidato di leggere poco: «Leggo poco, studio sempre cose per lavoro. L’ultima cosa che ho riletto per svago è Il castello di Kafka, tre anni fa». «Ora che mi dedicherò alla cultura magari andrò più al cinema e a teatro». Un’affermazione che è stata subito strumentalizzata. Unanimi i media, quasi tutti hanno titolato: «Borgonzoni, sottosegretaria alla cultura: “Non leggo da tre anni”». L’obiettivo è sempre lo stesso: quello di screditare gli esponenti del governo gialloverde, anche forzando sulle loro dichiarazioni.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Osvaldo Furno 3 luglio 2018

    Purtroppo ci dovremo aspettare di queste cose per tutta la legislatura. Gli idioti di sinistra non hanno argomenti e sputano s******* per qualsiasi cosa detta o fatta da chi ora sta al governo

  • Taddei Roberto 3 luglio 2018

    Si sa bene ke ogni piccolo e minimo particolare serve per screditare questo governo. Prima cosa é nn dare credito ai muli e secondo apprendere di insegnare l’italiano ai buzzurri di SINISTRA.

  • Laura Prosperini 2 luglio 2018

    beh almeno spero sia Laureata e/o comunque più qulificata della ministra dell’istrizione precedente!!!
    (non che ci voglia molto…)

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica