Boeri: «Senza gli immigrati regolari salta il sistema». Salvini: «Vivi su Marte»

mercoledì 4 luglio 13:43 - di Redazione

 

«Per ridurre l’immigrazione clandestina il nostro Paese ha bisogno di aumentare quella regolare». È la tesi choc ma non nuova del presidente dell’Inps, Tito Boeri, esposta durante la relazione annuale al Parlamento che conferma il braccio di ferro con il governo e scatena la reazione di Matteo Salvini. Per il numero uno dell’Inps la «forte domanda di lavoro immigrato in Italia» si riversa di fatto «sull’immigrazione irregolare degli overstayer, di chi arriva in aereo o in macchina, non coi barconi ma coi visti turistici, e rimane in Italia a visto scaduto alimentata da decreti flussi del tutto irrealistici». Secondo Boeri,quando si pongono «forti restrizioni all’immigrazione regolare, aumenta l’immigrazione clandestina e viceversa: in genere, a fronte di una riduzione del 10% dell’immigrazione regolare, quella illegale aumenta tra il 3-5%».  E la domanda di lavoro immigrato in Italia «è forte» perché , prosegue, sono «tanti i lavori per i quali non si trovano lavoratori alle condizioni che le famiglie possono permettersi nell’assistenza alle persone non-autosufficienti. Tanti i lavori che gli italiani non vogliono più svolgere». A cominciare dai lavori domestici. «La domanda di colf e badanti delle famiglie italiane è in costante aumento alla luce anche dell’incremento tendenziale del numero di persone non-autosufficienti. Tuttavia, in mancanza di decreti flussi con quote per colf e badanti, l’ultimo nel 2011, il numero di lavoratori domestici extra-comunitari iscritti alla gestione Inps tende inesorabilmente a ridursi, non compensato (o compensato in minima parte) dall’aumento dei lavoratori comunitari o italiani che non hanno problemi coi visti». Rischiando il corto circuito con il governo gialloverde, il numero uno dell’Inps polemizza con le prime mosse dell’esecutivo su immigrazione, lavoro e pensioni. Poi dedica un passaggio a privilegi e pensioni d’oro. «I titolari di cariche elettive vanno trattati come tutti gli altri lavoratori, limando la componente di privilegio delle loro pensioni in modo coerente con quanto si intende fare per gli altri lavoratori e non punendoli per il solo fatto di aver servito il nostro Paese come parlamentari», ha detto ancora Boeri scatenando le reazioni dei ministri Di Maio, più morbido, e Salvini.

Matteo Salvini: Boeri vive su Marte

«Il presidente dell’Inps Boeri dice che servono più migranti regolari? Questa è una sua opinione – chiarisce il ministro del Lavoro – per quanto mi riguarda oggi, e sono d’accordo con Boeri, serve fermare l’emigrazione dei giovani italiani e per farlo dobbiamo istituire il reddito di cittadinanza per formarli e reinserirli lavorativamente». Decisamente più duro il ministro dell’Interno:  «Servono più immigrati per pagare le pensioni… cancellare la legge Fornero costa troppo… servono più immigrati per fare i tanti lavori che gli italiani non vogliono più fare… Il presidente dell’Inps continua a fare politica, ignorando la voglia di lavorare (e di fare figli) di tantissimi italiani. Dove vive, su Marte?», è il commento al vetriolo di Matteo Salvini al quale il numero uno dell’Inps risponde: «Mi limito a fare il mio lavoro: il mio mandato come sapete finisce a inizio del 2019. Ci sono ancora tantissime cose da fare; in sei mesi si possono fare ancora tante cose».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 5 luglio 2018

    No, non ancora, sta aspettando che qualche d’uno ce lo mandi su Marte.

  • GIAN GUIDO BARBANTI 4 luglio 2018

    Se l’Inps e’ conciata così vi e’ una ragione…Un incapace come Boeri e’ l’esempio.I clandestini ci costano 5 miliardi di EURO l’anno . Quando mai l’Inps recuperera’ i costi di questa sciagurata situazione? Mai.

  • lucio 4 luglio 2018

    Ci sarebbe una soluzione per far contribuire in minima parte anche gli immigrati, riaprire le CASE CHIUSE e mettere in regola le prostitute, ma a voi sinistrosi vi manca il consenso della chiesa cattolica, come se il fenomeno della prostituzione non esista

  • lucio 4 luglio 2018

    Salvini,trovagli un posto da cassiere alla coop per evitare che faccia danni

  • paleolibertario 4 luglio 2018

    Uno potrebbe preferire di restare italiano e di avere a che fare solo con italiani anche a patto di essere più povero. Ma a parte questo,ciò che dice Boeri è assolutamente falso, e dipende anche dal sistema pensionistico che si vuole adottare.

  • doriana santinato 4 luglio 2018

    hai rotto le palle!!!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica