Aggredita la campionessa italo-nigeriana Daisy Osakue. Europei a rischio

lunedì 30 luglio 12:31 - di Eugenio Battisti

Rischia di dover dire addio agli Europei di atletica Daisy Osakue. La primatista italiana under 23 di lancio del disco, nata a Torino da genitori nigeriani, è stata colpita in pieno volto da un uovo lanciato da un’auto in corsa, nella notte a Moncalieri. Trasportata immediatamente all’ospedale Oftalmico di Torino, la campionessa di orgini africane con cittadinanza italiana ha riportato una lesione alla cornea e dovrà essere operata per rimuovere un frammento di guscio dell’uovo. La Osakue stava tornando a casa assieme a un gruppo di amiche, a Moncalieri, nel torinese, ma in corso Roma é stata colpita al volto da un lancio di uova provenienti da un Fiat Doblò.

Daisy Osakue colpita in volto dal lancio di un uovo

Le prime verifiche dei carabinieri sembrerebbero escludere che l’azione sia riconducibile a un movente razziale, ma quasi certamente l’episodio diventerà un caso “politico”. Daisy, che fa parte dei Giovani democratici del Piemonte, era l’unica ragazza di colore del gruppetto e anche le sue amiche sono state colpite dal lancio di uova. «Per me questo attacco così stupido e gratuito è di matrice razzista. L’hanno fatto apposta – è il commento della campionessa – non volevano colpire me come Daisy, volevano colpire me come ragazza di colore. In quella zona ci sono diverse prostitute, mi avranno scambiate per una di loro. Mi era già capitato di essere vittima di episodi di razzismo, ma solo verbali. Quando però si passa all’azione, significa che si è superato un altro muro». L’incidente all’atleta, specialista nel lancio del disco, potrebbe mettere a rischio la sua partecipazione agli Europei di Berlino ormai prossimi. La sua foto con un occhio pesto e le lacrime che le solcano il viso è stata pubblicata su Instagram da Luca Paladini, un attivista per i diritti Lgbt e subito rilanciata da altri utenti. In un post  su Facebook Enrico Mentana ha commentato polemicamande l’episodio puntando l’indice contro il governo: «Salvini, Di Maio, ma come si fa a dire che non c’è un aumento allarmante di episodi di intolleranza nei confronti dei neri in questo paese? Non è che perché i partiti di opposizione stanno lì imbambolati a decidere cosa fare sul presidente della Rai potete pensare che dorma anche l’informazione. Gli episodi si accumulano.  Stanotte un’atleta della nazionale italiana di atletica (ve lo sottolineo perché siete sovranisti), Daisy Osakue, di origine sudafricana, è stata aggredita a Moncalieri mentre rincasava da un gruppo di giovani. L’hanno colpita in piena faccia. È a rischio la sua partecipazione agli europei di Berlino. Cosa erano, sostenitori di altre nazionali?».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • salvatore 31 luglio 2018

    al di là del razzismo o no. ma..da quelle parti non esistono telecamere?

  • ROBERTO 31 luglio 2018

    Solidarietà all’atleta colpita malamente da qualche imbecille che per fortuna ha usato le uova e non cose più pericolose, ma a quanto sembra tali imbecilli hanno colpito un gruppo, non una sola persona, pertanto dove stà il razzismo?

  • Giovanna De Canio 31 luglio 2018

    Razzismo? Piuttosto sembra che, a Moncalieri, esista una “banda dell’uovo”.
    Il primo episodio risalirebbe alla notte tra il 14 e il 15 luglio scorso, quando un pensionato ha denunciato un lancio di uova contro la propria abitazione. Una decina di giorni dopo poi, il 25 luglio, tre donne bianche uscivano da un ristorante, sempre a Moncalieri, quando sono state colpite al braccio da uova lanciate da un’auto in corsa. Pare la stessa Fiat Doblò dalla quale la scorsa notte sono partite quelle che hanno ferito a un occhio la discobola azzurra.
    Curiosa di vedere come andrà a finire con questi lanciatori di uova…

  • FAUSTO 31 luglio 2018

    Il razzismo spunta da tutti i pori della pelle di questa ragazza, il razzismo verso i bianchi italiani, rei di averla accolta e dato la cittadinanza. Solidarietà per lei ma nessuna solidarietà per il poliziotto ferito da un somalo alla stazione di Porta Nuova, questo si azione dal forte connoptato razzista. Basta con il razzismo a senso unico

  • Pino 1° 31 luglio 2018

    Povera figliola, l’hanno beccata piena, con una precisione da tiratore scelto di uova di gallina, se lo trovano ( e me l’auguro) così si chiarisce, farà la figura del cappone invece del gallo!

  • lamberto lari 31 luglio 2018

    I seminatori di odio sono questi spregevoli giornalisti che aizzano fomentano utilizzando biecamente tutte le armi (scusate l’omissis) che hanno a loro disposizione, scatenandosi e soprattutto cercando di far scatenare nelle persone quelle reazioni inconsulte di reazione a fatti che vogliono manipolare per scatenare rivalità dettate solo unicamente dalla stupidità di alcune persone che ci saranno sempre…è chiaro che aumentando la percentuale di presenze di persone non di origini italiane è più facile che l’idiozia di alcuni si consumi a scapito non di altre persone italiane (di cui però astutamente vengono taciuti gli episodi) ma di persone di origini non italiane. Perché subdolamente inneggiare a azioni volute e dettate da odio raziale, prima e durante l’ultima campagna elettorale rilanciavano con tamburellante e nauseabonda monotonia il ritorno a furor di popolo del fascismo, sono sempre gesti cretini compiuti da stupidi (la cui mamma è sempre incinta), caro Mentana ti stai stupidamente omologando ed è questo il primo gesto di odio raziale, istigare, istigare sempre istigare. Mi vergogno di essere tuo connazionale, sei antiitaliano e sei tu insieme ad altri tuoi miseri colleghi che sempre più si sono palesati nelle varie trasmissioni televisive pilotate, efingendo di porre domande insistete con il tamburellante gioco delle affermazioni…..cambiate mestiere che è meglio, probabilmente non siete mai stati veri giornalisti ma semplicemente viscidi comunicatori.

  • Valeria 31 luglio 2018

    Aldilà del fatto che l’atleta sia stata colpita nello stesso modo dalla stessa auto che ha colpito altre persone BIANCHE nei giorni precedenti,…
    L’Italia é così razzista, che tutti vogliono venire qui. Ma mi facciano il piacere!
    Imparare a distinguere il razzismo dall’ignoranza.
    Il dramma di Pamela e di molti altri, subiti dagli italiani, non contano?
    O vale solo il contrario?
    C’é solo da ringraziare l’ITALIA, per quanto fà e dà, e punire quelli che si comportano da stronzi. BIANCHI E NERI

  • Roberto T. 31 luglio 2018

    Molti cavalcano l’Onda, alcuni quella dell’imbecillità, tirare uova oppure gavettoni di piscio è da deficienti, altri invece quella del razzismo e della pelle nera fomentando ancora di più la rabbia repressa degli Italiani, quella della stanchezza e dei soprusi subiti dalla delinquenza e dalla sciatteria dei neri con le ciabatte sporche, gli smartphone da migliaia di euro e la sicumera sotto il naso. La signora di Moncalieri sostiene la tesi che cercassero a tutti i costi una “nera”, secondo voi che tipo di “Onda” cavalca l’atleta?

  • paolo mario Pieraccini 31 luglio 2018

    Veramente sconcertante questa campagna mediatica: contro Salvini tutto fa brodo.

  • Giuseppe Forconi 31 luglio 2018

    li intrighi di governi si possono copiare e usare per altre cose,? come ? Basterebbe chi ha perso una battaglia inventi o crei un raggiro di colpe verso chi non ne ha, cioe’ il vincitore della battaglia. Sfregiare cosi’ un atleta nera, sperando di far ricadere la colpa verso l’odiato avversario. Chi ha compreso il raggiro di parole,…..capira’.

  • stefano 31 luglio 2018

    se va avanti cosi’ e se qualche negro viene punto dalla zanzara del nilo e muore ( difficile perchè sono vaccinati contro le zanzare delle loro zone) daranno sicuramente la colpa a salvini. meno male che SALVINI cè

  • Alessandro Bernasconi 31 luglio 2018

    Anche Mentana si è aggregato al gruppo. Peccato.

  • Vito tiso 31 luglio 2018

    Mentana hai rotto i voglio Mi te e i pdidioti sarà che gli italiani hanno le palle piene di clandestini spacciatori e delinquenti che scappano dalla guerra ma sono mediamente sui 90 kg. Ma la guerra non debitrice mi sembra che provengono da palestre

  • Umberto Isolica 31 luglio 2018

    Che palle…..

  • enrico 31 luglio 2018

    SE LO FANNO A UNA NEGRA E RAZZISMO SE LO FANNO AD UNA ITALIANA TUTTO NORMALE .VERGOGNATEVI SINISTRATI

  • Carmelo 30 luglio 2018

    Mentana forse gli italiani hanno le palle piene di sentire ogni giorno poveri negri poveri immigrati e di sentirsi di seconda classe nel proprio paese..tutte le attenzioni sono rivolte alle risorse mentre basta aprire il giornale e contare le violenze che subiamo nel vostro totale silenzio..vergognati

  • FieroInfedele 30 luglio 2018

    Assolutamente meschino e vergognoso che i sinistrati tutti montino una cagnara degna della sceneggiata napoletana, ragliando e grugnendo quando i CC hanno smentito la pista razziale. E se l’uovo avesse colpito Anna Rossi, diversamente nera, sinistrati e cattocomunisti tutti avrebbero ugualmente ragliato e grugnito? Ne dubito, si sarebbe trattato solo di un semplice fatto di cronaca che aveva colpito un’anonima, semplice cittadina italiana. V E R G O G N A T E V I.

  • Massimiliano Di Felice 30 luglio 2018

    Mentana, vuoi mettere un uovo lanciato nemmeno si sa da chi, contro tutte le aggressioni, gli stupri e le rapine commessi da migranti a danno di italiani, sui quali la tua “informazione” dorme il sonno dei disonesti da anni?

  • Fabio 30 luglio 2018

    Troppi idioti di ogni risma nazionalità o colore girano per le strade, e non solo,a fare danni. Nel nostro paese mancano educazione e cultura. D’altronde se mi togli l’educazione civica dalle scuole rendi il popolo ignorante pilotabile e succube delle ideologie del momento, e come sempre ad andarci di mezzo ingiustamente è la gente comune. Solidarietà alla nostra brava atleta. Spero recuperi in tempo per gli Europei di Berlino.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica