Cleveland, preparava attentato con autobomba: Fbi arresta cittadino Usa

lunedì 2 luglio 18:59 - di Paolo Lami

Voleva perpetrare un attentato con un’autobomba a Cleveland il 4 luglio, giorno della festa dell’indipendenza americana ma l’Fbi lo ha arrestato dopo un’operazione con un agente sotto copertura.
Secondo le autorità federali, il piano terroristico s’ispirava ad Al Qaeda e prendeva di mira personale militare e le loro famiglie.
L’uomo, che aveva già effettuato un giro di ricognizione nel centro di Cleveland, secondo l’agente speciale dell’Fbi Stephen Anthony, intendeva parcheggiare un camioncino imbottito di esplosivo vicino a luoghi di particolare interesse della famosa  città dell’Ohio.
Il sospetto terrorista è stato arrestato durante il weekend con l’accusa di «tentato sostegno materiale ad organizzazione terroristica straniera», riferisce il Federal Bureau of Investigation.

L’uomo arrestato, il 48enne Demetrius Pitts, noto anche come Abdur Raheem Rahfeeq e Salahadeen Osama Waleed, che vive nella città di Cleveland era nel mirino dell’Fbi fin dal 2015 quando aveva mandato un messaggio di minaccia tramite Facebook al programma Tv “The Craig Sewing Show” nel quale diceva: «L’America sarà distrutta. Allah Akbar».

L’uomo ha confidato l’intenzione di compiere un attentato il 4 luglio ad un agente sotto copertura dell’Fbi, che fingeva di essere un emissario di Al Qaeda.

Tuttavia non è chiaro se Demetrius Pitts fosse realmente in grado di portare a termine il suo progetto.
Apparentemente Pitts, che viveva a Cleveland e che ha precedenti per aggressione e violenza domestica, si vedeva più come un pianificatore di attacchi terroristici piuttosto che un esecutore materiale vero e proprio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica