Stadio della Roma, la Raggi per un’ora dai pm. “Basta fango su di me”

venerdì 15 Giugno 19:04 - di

Si è conclusa l’audizione della sindaca Virginia Raggi in Procura, dove è stata ascoltata come persona informata sui fatti nell’ambito dell’inchiesta sul progetto dello stadio della Roma. La sindaca è stata sentita dai magistrati negli uffici della Città giudiziaria di piazzale Clodio per oltre un’ora. “Andrò in Procura come testimone per fare chiarezza per una vicenda che mi vede parte lesa – aveva detto questa mattina Raggi entrando da un ingresso laterale -. Ricordo e preciso che la Procura ha già detto che non c’entro niente, per favore non iniziamo con il solito fango“.

La sindaca è stata sentita come testimone sulle procedure seguite per il progetto della struttura che dovrebbe sorgere a Tor di Valle e accertare i rapporti con Luca Lanzalone, ex presidente di Acea, considerato il ‘referente’ per il progetto. Lanzalone è, insieme all’imprenditore Luca Parnasi, fra i nove arrestati nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Fabio 16 Giugno 2018

    Ma è una gatta morta , fa sempre la parte di quella che non sa’ nulla , lasciatela cuocere nel suo brodo , vedremo alle prox elezioni comunali a Roma se il popolo la voterà , vedremo no’ ?

  • giorgio 16 Giugno 2018

    pare, si dice, sia spuntata la fondazione alla quale sarebbero pervenuti i soldi. Le fondazioni sono divenute le nuove casseforti. Bene e allora? quando spunto’ la fondazione di Alemanno, quando spunto’ la fondazione di Renzi, ultimamente, cosa e’ successo? nulla, poiché i soldi erano stati regolarmente e legalmente versati e registrati con regolare fattura ( e’ come se il cittadino qualunque versi il suo contributo,registrato, al partito); la stessa cosa pare sia avvenuta ora, fine della storia. Molto piu’ grave e seria invece e’ la “storia” che riguarda la morte sospetta del responsabile della comunicazione della banca senese, il monte dei paschi, che pare essere molto piu’ ingarbugliata.