Padova, pagano il pizzo agli immigrati: «Lasciateci vivere in pace»

giovedì 7 Giugno 13:00 - di

Tutto avviene nella zona della stazione di Padova. Immigrati appostati, guardinghi, che si sentono padroni di quella fetta di città. E i residenti tappati in casa. Hanno paura. Protestano. Niente da fare, il quartiere è nelle mani di questi stranieri, che vivono nell’ombra. Basta incrociare i pochissimi padovani rimasti in zona, per avere il polso del malumore. «Siamo attorniati da tanti spacciatori silenziosi, ma siamo anche ostaggio degli schiamazzi e della sporcizia dei loro clienti. Vengono qui a procurarsi la droga anche alla luce del sole», affermano, come riporta il Gazzettino. «Tutto avviene come se fosse la cosa più normale del mondo». Un ingegnere quarantacinquenne vive da sempre in quell’area di Padova a rischio. Sul terrazzo ha issato una grande bandiera italiana, e ora un tricolore compare anche sul campanello: «La droga è un grosso problema qua. Abbiamo dovuto pagare una sorta di mancia ad uno di questi personaggi per assicurarci una maggior tranquillità. In un anno gli abbiamo versato alcune migliaia di euro: mi vergogno a dirlo ma mi sono trovato costretto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Dania 8 Giugno 2018

    E i Pdioti ancora non capiscono perche’ sono stati sconfitti?

  • TonyHope 8 Giugno 2018

    Ma stiamo scherzando?!

  • Giuseppe Tolu 8 Giugno 2018

    A che punto ci hanno portato!

  • Stefania Kachadoorian 7 Giugno 2018

    TUTTI FUORI!!! SALVINI AFFRETTATI! !!