Moby-Duck: la leggenda delle paperelle gialle sull’Oceano (video)

lunedì 4 Giugno 19:10 - di

La storia iniziò così: durante una tempeste nell’Oceano Pacifico, poco sotto le coste dell’Alaska, una nave-cargo perse un container che conteneva 29mila pupazzetti di plastica, in massima parte paperelle gialle galleggianti, quelle che si mettono nella vasca da bagno, per intenderci. Le paperelle non si distrussero ma iniziarono a galleggiare insieme sui sette mari, dando adito a leggende e avvistamenti. Rimasero più che altro insieme, anche se alcune di loro si spiaggiarono sulle coste sul Pacifico e anche altrove. Ma la gran parte ha girato in lungo e in largo l’Oceano per almeno quattro volte. Anzi, alcune di esse hanno superato il Mar Glaciale Artico e si sono avventurate nell’Oceano Atlantico, giungendo sino alle coste dell’Inghilterra. Ovviamente, quando la notizia si è sparsa, sono state migliaia le segnalazioni, da tutti i Paesi a ridosso del Pacifico, Russia compresa. La singolare vicenda è stata ben raccontata nel 2007 dal giornalista americano Donovan Hohn sull’Harper’s Magazine e, nel 2009, Hohn scrisse anche un libro sulla vicenda: Moby-Duck. Lo scrittore effettuò approfondite ricerche e tra i testimoni sentì anche l’oceanografo americano Curtis Ebbesmeyer di Seattle, che in tutti questi anni ha pensato di studiare le correnti avvalendosi dell’aiuto delle paperelle gialle. Tra l’altro l’oceanografo riuscì a stabilire precisamente le coordinate del punto in cui le paperelle avevano naufragato. Il cargo si chiamava Ever Laurel e andava da Hong Kong a Tacoma, non distante da Seattle, nello Stato Usa del Washington. Le paperelle erano Made in China. Ma il cargo non affondò, si inclinò a causa di una tempesta e il container perse parte del suo prezioso carico tra cui le famose paperelle. A quanto pare, i primi ritrovamenti avvennero nel luglio del 1993 (l’incidente era avvenuto a gennaio 1992) in Alaska. Due anni fa è uscito un film, Piuma, diretto da Roan Johnson, in cui la storia è citata metaforicamente dal protagonista. La popolarità del gruppo di paperelle è aumentata nel corso degli anni, tanto che ha ispirato un libro per bambini, Dieci paperelle in altro mare, di Eric Carle, la pubblicità di un’auto Seat e anche un’avventura di Topolino. Infine, il citato libro Moby-Duck è diventato un bestseller negli Usa. E il viaggio continua…

(Video pubblicato da Michele Albano su Youtube)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *