Migranti, ora è scontro Italia-Francia. Conte replica a Macron: “Parigi cinica”

martedì 12 Giugno 17:42 - di

Le parole del presidente francese sulla vicenda Aquarius e sull’Italia hanno compattato istantaneamente il centrodestra e buona parte delle forze parlamentari, sinistra esclusa. Sulla vicenda Palazzo Chigi ha diramato una nota ufficiale molto dura. «Le dichiarazioni intorno alla vicenda Aquarius che arrivano dalla Francia sono sorprendenti e denunciano una grave mancanza di informazioni su ciò che sta realmente accadendo. L’Italia non può accettare lezioni ipocrite da Paesi che in tema di immigrazione hanno sempre preferito voltare la testa dall’altra parte». «Il governo italiano non ha mai abbandonato o lasciato sole le quasi 700 persone a bordo dell’Aquarius. La nave è stata sin da subito affiancata da 2 motovedette che hanno offerto tutto il supporto necessario – spiegano dal governo – L’Italia ha anche offerto la possibilità di far scendere dalla nave le donne in stato di gravidanza, i bambini e chiunque avesse bisogno di cure, ma da Aquarius è arrivato un rifiuto a conferma del fatto che a bordo non era in corso alcuna emergenza».

“Le politiche della Francia sono più rigide in tema di accoglienza”

«Preso atto del rifiuto di Malta a collaborare e a permettere lo sbarco delle persone a bordo dell’Aquarius, abbiamo accolto un inedito gesto di solidarietà arrivato dalla Spagna. Lo stesso gesto non è arrivato invece dalla Francia, che anzi ha più volte adottato politiche ben più rigide e ciniche in materia di accoglienza – ricordano a palazzo Chigi – Si ricorda che due navi italiane si sono occupate del trasbordo dei migranti dall’Aquarius e le stesse li accompagneranno in tutta sicurezza a Valencia. L’Italia ancora una volta si è assunta le sue responsabilità e ha garantito la sicurezza di uomini, donne e bambini mettendo in campo azioni concrete. Agli altri nostri alleati lasciamo le parole».

Forza Italia: “Macron a Ventimiglia ha chiuso le frontiere”

«La #Spagna ci vuole denunciare, la #Francia dice che sono “vomitevole”. Io voglio lavorare serenamente con tutti, ma con un principio: #primagliitaliani”. Lo scrive su Facebook, Matteo Salvini. Più articolata la posizione dell’altro vicepremier. «Francia e Spagna hanno chiuso i loro porti da tempo – ricorda Luigi Di Maio – La Spagna ha praticato addirittura i respingimenti a caldo che sono stati anche condannati dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. La Francia respinge quotidianamente i migranti a Ventimiglia e tutti ci ricordiamo cosa è successo qualche mese fa a Bardonecchia. È imbarazzante che oggi i rappresentanti di questi Paesi vengano a farci la morale soltanto perché chiediamo a tutti i nostri partner europei di condividere con l’Italia diritti, doveri e solidarietà». Dura anche la replica di Forza Italia: «La Francia critica l’Italia sulla gestione dei migranti e della nave Aquarius!! Ma da che pulpito: Macron ricordati di Ventimiglia, della frontiera chiusa, dei respingimenti. Questa è la solidarietà avuta fino ad oggi. #cambiamoinsieme l’Italia». Lo scrive su Facebook Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Samuele Villa 13 Giugno 2018

    Una piccola nota ai FANFARONI francesi ed al loro presidente Maccarone.
    Il sottoscritto la scorsa settimana è transitato da Lione per recarsi a Norimberga ebbene abbiamo dovuto fare dogana con controllo documenti, alla faccia di Shengen.
    E questo perchè i paraculi francesi non vogliono immigati

  • Giuseppe Forconi 12 Giugno 2018

    Il presidente della Francia con la sua bella baguette di pane fresco sotto il braccio se ne frega dei problemi europei. Il prossimo 14 Luglio con che coscienza cantera’ la Marsigliese.? Salvini il due Giugno, senza tenere le mani in tasca, canto’ l’inno pensando a come poter risolvere questo intrigante problema europeo. La EU, Europa Unita, e’ solo una grossa buffonata.