Iraq, ergastolo per Melina Boughedir, la francese che aderì all’Isis

lunedì 4 Giugno 15:16 - di

La francese Melina Boughedir è stata condannata all’ergastolo in Iraq per aver aderito all’Isis, rende noto le Monde. Melina Boughedir era stata catturata a Mosul dalle forze irachene con i suoi quattro bambini l’otto luglio del 2017 e lo scorso febbraio era stata condannata, dal tribunale di Baghdad, a sette mesi di scarcere per il suo ingresso illegale in Iraq. Lo scorso marzo, nel corso del processo d’appello per questa condanna, che in Iraq è automatico, il Consiglio supremo dei giudici iracheni aveva ordinato un nuovo processo a carico di Melina Boughedir e riformulato le accuse nei suoi confronti includendo il terrorismo. Tre dei bimbi di Melina sono stati nel frattempo rimpatriati in Francia. “Sono innocente. Mio marito mi ha ingannata”, ha affermato. Lo scorso aprile, un’altra francese, Djamila Boutoutaou, di 29 anni, era stata condannata dallo stesso tribunale. Anche lei sosteneva di essere stata tradita dal marito. L’avvocato di Melina chiede alla Francia il suo rimpatrio, dove contro di lei sono state formulate accuse di associazione terroristica. La Francia tuttavia non ha accordi con l’Iraq per l’estradizione. La difesa della signora Melina Boughedir le ha chiesto di tornare in Francia, dove per lei c’è un mandato di cattura che voleva vedere nel suo ufficion. In Francia, la giovane donna è destinataria di un mandato emesso nel contesto di un’indagine penale aperta a Parigi il 2 agosto 2016, per “criminale criminale complotto terroristico”, secondo una fonte giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *