Il nonno trasforma il ristorante in centro profughi. La nipote furibonda

domenica 24 Giugno 12:13 - di

Il nonno gestisce un centro per profughi in un immobile di sua proprietà. La nipote, neoparlamentare leghista, condanna il business e organizza presidi contro questa decisione. È scontro familiare nel Bresciano, a Corvione di Gambara, dove  un vecchio ristorante è stato riconvertito in ostello per migranti. Come riferisce il Giornale di Brescia, Eva Lorenzoni, deputata della Lega si è schierata contro l’iniziativa del nonno. «Non condivido in alcun modo le scelte fatte da un componente della mia famiglia d’origine», ha detto.

Il nonno “ospita” i profughi, la nipote: «Combatterò questo business»

Nell’ostello sono ospitati novanta profughi. E come riporta ancora il quotidiano, sono destinati anche ad aumentare. La Lorenzoni poi prosegue: «Ho condannato la scelta di mio nonno privatamente e direttamente con l’interessato e anche pubblicamente organizzando un presidio e mettendo in atto tutte le azioni che potevano in qualche modo bloccare l’arrivo e la successiva ospitalità dei presunti profughi a Corvione». E infine: «Non è una parentela che mi farà cambiare idea sulla questione e nessuno può in alcun modo strumentalizzare la mia posizione poiché io combatterò questo business da militante della Lega e da cittadina».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • mario galletti 25 Giugno 2018

    UNO SCHIFO!

  • NICO 25 Giugno 2018

    TUTTA COLPA DI TANTE M**** CHE VOTANO DA ANNI PER UNA SINISTRA BECERA ED INFAME CHE PUR DI GOVERNARE E PAPPARE, SAREBBE DISPOSTA A TRASFORMARE IL POPOLO ITALIANO DA BIANCOUNA A NERO, È FATALMENTE EMERGERE PERSONE VOMITEVOLI E INETTE COME LA BORDINI, FIANO, ORFINI, MARTINA E TUTTA QUESTA FAUNA SUPPORTATA DA UNA PSEUDO INTELLIGHENZIA MILIARDARIA CON FALCE E MARTELLO DI RISERVA IN SOFFITTA DAI LERNER, AI FAZIO, AMENDOLA, VENDITTI, IZZO E VARIEDI, TUTTI POVERNI CHE NON RIESCONO AD ACCUCCIARE IL PRANZO CON LA CENA PER LE TASSE CHE PAGANO!!! E I VERI MISERABILI E MORTI DE FAME ABBOCCANO!!!!!

  • Riccardo 25 Giugno 2018

    Diminuire il bonus di 35 euro a 15/20 come in altri paesi europei. Salvini lo ha promesso.

  • Laura Prosperini 25 Giugno 2018

    sono tutti così i c.d. buonisti che accolgono, vogliono solo guadare soldi sulle digrazie altrui
    Bravissima la leghista, coerente ed onestissima, spero faccia la dovuta carriere politica con l’impegno dimostrato.
    Brava.

  • Angela 25 Giugno 2018

    Che schifo,c’è gente che pur di guadagnare soldi sulla pelle dei lavoratori italiani che pagano le tasse senza avere alcun servizio,si arricchisce con questi pseudo profughi che arrivano nel nostro Paese,serviti,riveriti,e vivono a sbafo,tutta colpa di questa accoglienza che ha generato l’arricchimento di ong,scafisti,coop,e chi più ne ha più ne metta,a discapito del popolo italiano.

  • Lorenza ceccaroni 25 Giugno 2018

    Scorrettissimo il nonno, ben sapendo fra L altro che la nipote ha fatto delle sue opinioni politiche un lavoro. Brava la nipote che rimane coerente. A volte il primo nemico è il parente, ‘ ma da un nonno non me lo sarei aspettato.